Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

27-02-2006

Presenza di circolo

Sono a conoscenza del protocollo di bls ma un chiarimento mi sarebbe molto utile. Parliamo di paziente incosciente con presenza di circolo ma senza atti respiratori. Il protocollo indica di effettuare 12 ventilazioni al minuto, una ogni 5 secondi, e rivalutare il polso periodicamente. Ritengo, nella mia ignoranza, che il termine periodicamente sia molto generico e stiamo rischiando che ognuno di noi valuti a proprio piacimento. E' corretto rivalutare la presenza di circolo dopo 2 minuti di ventilazione come a me è stato insegnato o come qualcuno fortemente afferma deve essere rivalutato dopo il primo ciclo di 12 dando subito inizio al C.B.A? Spero di essere stata chiara nel porre la domanda e ringrazio fin d'ora per la Vs. attezione.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
In realta’ qualsiasi schematismo eccessivo in una procedura di emergenza puo’ essere dannoso e determinare comportamenti non corretti. Se in condizioni di arresto respiratorio si accerta la presenza di un polso valido puo’ essere sufficiente procedere alla sola ventilazione con 12 atti al minuto meglio se in presenza di ossigeno. Dopo un ciclo solo di 10-12 v/min ci si puo’ fermare per qualche secondo e verificare se il soggetto riprende un respiro spontaneo o se il polso continua ad essere valido. Il mio consiglio di cardiologo/rianimatore e’ quello di non utilizzare degli schemi in minuti ma conoscere bene come eseguire la bls e valutare spesso se ci sono delle variazioni nello stato di ventilazione e circolazione del nostro paziente. In caso di dubbi o inceretezze non smettere di eseguire la ventilazione e anche il massaggio che sono sempre molto meno dannosi del non fare nulla fermandosi a quardare un paziente che magari ha un polso o una ventilazione non efficaci.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!