Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

09-10-2018

Problemi alle orecchie

Salve, dottore.

Sono disperata, perché ho problemi alle orecchie e sono già stata da due otorini che mi hanno solo preso in giro, peggiorando la mia situazione. Un mese fa ha iniziato a farmi male l'orecchio destro. Lo sentivo caldo, sentivo di meno e percepivo delle continue pulsazioni al ritmo del battito del cuore, e il medico di base mi ha prescritto le cilodex gocce per un'infiammazione esterna. Purtroppo, però, ho continuato a stare male e ho iniziato a sentire ronzii così mi sono recata da un otorino che non mi ha controllato per niente, badando solo al problema del ronzio. Così, dopo uno scarso esame audiometrico mi ha prescritto degli integratori, dicendo che sentivo qualche db in meno. Ma Il dolore è aumentato e ho continuato a sentire di meno al lato destro, così mi sono recata da un altro otorino che mi ha controllato l'interno delle orecchie, sì, ma non mi ha risolto nulla. Ho un'infiammazione a entrambe le orecchie (non mi ha mai detto nulla di preciso) e all'inizio mi ha dato come cura 3 giorni di aulin e 6 di siringhe di ceftriaxone. Morale: la mia situazione non è cambiata. Anzi, nell'orecchio destro adesso ho una vescichetta e un grumo di sangue che mi prude e fa male che prima non avevo. Il dottore mi ha detto che ho bisogno di un'altra cura, ma mi ha dato solo degli integratori, dicendo che bastavano! Ma com'è possibile? Inoltre, nell'orecchio sinistro, con delle secrezioni gialle ci sono anche dei peletti nella parte superiore, mentre in quella inferiore sembra abbia proprio due fili di capelli. È possibile? Sento anche un po' solleticare la gola in quel lato. Inoltre ormai ho dei fischi costanti in entrambe le orecchie. Acufene che non sparirà più a causa del ritardo nelle cure? Ho prenotato un'altra visita da un altro otorino, ma mi hanno prenotato per settimana prossima... e nel frattempo vorrei avere un altro parere. Sottolineo anche che sono settimane che ho nausea.e diarrea. Non so se possa essere collegato. Mi scuso per essermi dilungata...

Risposta

Gentile Paziente, poiché il suo disturbo permane nonostante le indagini e le cure del caso le suggerirei di non trascurare una possibile causa di problemi all’orecchio spesso dimenticata: la disfunzione dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) . Se si infilano i mignoli nei Condotto Uditivo Esterno (CUE) , con i polpastrelli verso l’avanti e si battono i denti, è possibile sentire come il condilo mandibolare “picchia” contro il CUE: se il conflitto condilo - Orecchio interessa la tuba ne soffre quello medio, se interessa il CUE PREDISPONE ( non causa) la patologia del CUE, che va da una ipersecrezione di cerume fino all’Otite Esterna.

Quell’orecchio tenderà ad andare incontro ad otite esterna quando subentrerà una causa scatenante (ad esempio la piscina), che un orecchio non cronicamente irritato può in vece affrontare senza danni. Inoltre , il prurito può indurre il paziente a cercare sollievo nel grattamento, con il rischio di peggiorare la situazione. Qualche ragguaglio in più sui rapporti fra ATM e orecchio può trovarlo entrando nel mio sito internet : trova l'indirizzo dopo la mia firma nel mio profilo.

Per questo, oltre ad approfondire le problematiche di specifica pertinenza otorinolaringoiatrica, le suggerisco di consultare anche un dentista –gnatologo esperto in problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare, e soprattutto nei rapporti fra ATM e Orecchio: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità. Se il dentista riscontrasse un legame fra il tipo di malocclusione dentaria, la posizione del condilo mandibolare a bocca chiusa e l’orecchio o le orecchie interessate, potrebbe e rimuovere con idonei dispositivi il conflitto condilo-orecchio e condilo –Tuba: dovrebbe così cessare sia l'eventuale iperproduzione di cerume sia la predisposizione all’otite esterna.

Cordiali saluti ed auguri.

TAG: Adulti | Esami | Giovani | Infiammazioni | Odontoiatria | Orecchio | Otorinolaringoiatria
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!