27-07-2012

Problemi di un secondo trapianto di rene

Dieci anni fa mio papà ha affrontato un trapianto renale, dopo diversi anni di dialisi.Negli ultimi mesi ha riscontrato gonfiore alle gambe, gonfiore al braccio destro, stanchezza, ecc. E' sotto controllo al centro di nefrologia di Verona. Ieri ha effettuato la visita medica di routine e il dottore gli ha detto che tutti i sintomi che si sentiva sono sintomi che si collegano a un mal funzionamento del rene trapiantato, perciò sarà necessario un trapianto sostitutivo.Non è ancora stato inserito nella lista di attesa perchè non necessario fino a quando la situazione rimane stabile, ma si suppone tempi ridotti.Vorrei sapere le problematiche che si possono riscontrare affrontando un trapianto sostitutivo, le possibilità di riuscita dell'operazione e le eventuali conseguenze.Grazie
Risposta di:
Prof. Claudio Di VeroliDottore Premium
Specialista in Diabetologia e malattie del metabolismo e Malattie del fegato e del ricambio
Risposta

Gent.mo sig.re,

E' difficile dirlo. In linea di massima sono le stesse del primo trapianto, sono molto importanti le condizioni generali in cui si potrà trovare suo padre. Consideri però che se non farà il trapianto, e lo farà se le condizioni precipitano, l'alternativa è la morte. Quindi il futuro trapianto, se lo farà, sarà sempre per cercare di salvarlo e per allungargli la vita.

Auguri comunque a suo padre.

Un saluto

prof. Di Veroli

TAG: Nefrologia | Reni e vie urinarie