23-08-2016

Prolasso mitrale, sospetta bicuspidia aorta e continue extrasistole

Buongiorno, sono una giovane donna di 36 anni, h 1,62 con peso 54, vi scrivo perché è da qualche mese che avverto continue extrasistole durante la giornata.
A tal fine, ho eseguito dapprima test da sforzo che è andato bene ed elettrocardiogramma tutto nella norma.
L'ecocardiogramma ha invece rilevato: "ventricolo sinistro di normali dimensioni e pattern geometrico; indici di funzionalità sistolici, sia ad espressione radiale che longitudinale, e diastolici nella norma. Sbandieramento del setto interatriale in apparente assenza di shunt. prolasso mitralico non emodinamicamente significativo. Ectasia del tratto visionabile dell'aorta ascendente con valvola apparentemente bicuspide perfettamente continente".

Il cardiologo mi ha prescritto il controllo tra 1/2 anni e mi ha detto che posso continuare a fare sport (palestra no pesi) tranquillamente ed assumere eutirox 75 (sono in cura per la tiroide).

Volevo chiedere: a) queste extrasistole da cosa possono dipendere. Ho fatto gli esami della tiroide e sono tutti ok (preciso che sono un soggetto molto ansioso)? b) difetto della valvola bicuspidi: ho letto che tale malformazione congenita è destinata a degenerare negli anni in modo molto grave e che porta inevitabilmente ad un intervento chirurgico di cambio della valvola e/o aorta discendete entro breve termine (30-40 anni); c) nel referto il cardiologo non ha indicato la misura dell'ectasia dell'aorta ascendente; come misura oltre il limite c'è quella relativa al bulbo aortico che è 38 (limite di 32). È destinato a dilatarsi ulteriormente? d) ci sono casi di persone con valvola bicuspide che hanno vissuto senza dover fare l'intervento?
Risposta di:
Prof. Luigi Iorio
Specialista in Cardiologia e Medicina interna
Risposta
Gentile Sig.ra,
non fa menzione del TSH (anche se dice che è normale). Non dice da quanto tempo prende l'Eutirox e né se ha ultimamente cambiato dosaggio. Il cardiologo giustamente ha consigliato di continuare un'attività sportiva non agonistica e di tipo aerobico: sicuramente questa ha degli effetti positivi sulla sua ansia. Il cardiologo le ha consigliato di effettuare nuovi controlli ecocardiografici in modo da monitorare la valvola mitrale, la valvola aortica e l'ectasia dell'aorta ascendente. La prossima volta le consiglio di effettuare un ecocolordoppler onde tenere sotto controllo l'emodinamica cardiaca complessiva.
Saluti, prof. Luigi Iorio
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare