Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

13-02-2013

Protocolli e commenti

Dopo una terapia con seledie 0,6 per 30 giorni (mi sono rimaste ancora 9 giorni) volevo sapere se mi tocca terapia anticougalanti orale che mi spaventa tanto.devo dire che sono una donna di 45 anni senza mai avuti problemi solo di 4 aborti spontanei,ocasione che sono stata ricoverata in ospedale per accertamenti e adesso con arrivo di questa trombosi venose profonda al polpaccio destro ho portato tutti quelli documenti, analisi che mi sono state fatte ora e il medico ha detto che e tutto ok.adesso devo andare fra 10 giorni a un controllo per vedere questo trombo se e sparito...pero ho paura di questa terapia TAO per fatto che puo provocare emoraggie molto piu facile di eparina a basso peso moleculare.Io ho utero affeto di adenomiosi e ho sempre dolori mestruali forti e abbondanti.Volevo sapere se si puo continuare con la stessa terapia o per forza mi la devi cambiare in TAO .chiedo questa perche ho letto che chi ha una tvp deve fare per forza una terapia almeno di 3 mesi. questa mi spaventa molto.Spero che lei ha capito cosa ho scritto e che mi aiuti a capire come se procede se tutti analisi sono buonel.scusa dottore come ho scritto non scrivo bene.Grazie
Risposta di:
Dr. Claudio Rosco
Specialista in Anestesia e rianimazione
Risposta

Gentile Signora, lei si è espressa benissimo sia nella formma che nella sostanza. In effetti i protocolli terapeutici attuali indicano l'opportunità di TAO dopo il periodo di cura con Eparina a basso peso molecolare. Le sue critiche e le sue preoccupazioni sono condivise comunque da numerosi medic,i tra i quali anch'io, per le medesime considerazioni da lei fatte e per altre più medico-scientifiche. Certamente chi le consigliasse la TAO si attiene ai protocolli e si solleva da ogni responsabilità di aver scelto una terapia diversa da quella sottoscritta dalle comunità scientifiche. Personalmente spesso dopo attenta valutazione del caso io prendo decisioni diverse accollandomi delle responsabilità. L'unica alternativa che concilierebbe le sue preoccupazioni e le responsabilità medicolegali del suo medico curante, sarebbe continuare il Seledie al posto della TAO. Se il controllo dimostrasse la lisi del trombo, se lei non avesse fattori di rischio trombotico aggiuntivo quali condizione trombofilica, altre pregresse trombosi, neoplasie in atto, insufficienza venosa cronica del circolo profondo, allettamento obbligato, se  usasse da ora in poi una calza elastica terapeutica in 2° classe di compressione, io prenderei in considerazione una terapia con antiaggreganti e fibrinolitici minori, contollandola ogni 15 giorni per 3 mesi. Ma sarebbe una mia scelta con il rischio di subire una contestazione per il fatto che non mi sono attenuto alle linee guida attuali.Ne parli con il suo medico e gli dica che è disposta in alternativa a fare altri tre mesi di Seledie.  

Sempre a sua disposizione, cordialmente la saluto

TAG: Apparato circolatorio | Chirurgia | Chirurgia vascolare | Malattie della circolazione
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!