Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

18-09-2012

Quale acqua utilizzare

Gentile dottore, leggendo il bugiardino dell’Actonel ho notato che non bisogna assumerlo con acqua minerale ma di rubinetto. Purtroppo, nella mia zona l’acqua è imbevibile per problemi di dissalatori e reti fognarie. Di solito, al mattino bevo due bicchieri di acqua Sangemini. Le chiedo: posso continuare o devo bollire l’acqua corrente? Un altro parere: da 18 anni sono in menopausa. Per circa dieci anni ho assunto Alendros, Optinate, ecc.. Da circa 5 anni ho smesso di prenderli, in quanto l’osteopata ha assunto che ormai non avrei più avuto alcun beneficio. La recente MOC ha evidenziato una ulteriore riduzione della massa ossea (30-40%) e il geriatra mi ha consigliato di riprendere la cura con Actonel. Va bene? La ringrazio
Risposta di:
Dr. Giuseppe Colì
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Risposta

Gentile utente, l'acqua consigliata per l'assunzione di terapie con bisfosfonati (l'Actonel ne fa parte) deve essere a basso contenuto di calcio, perchè la sua presenza abolirebbe l'assorbimento del farmaco stesso. L'acqua Sangemini è un acqua ricca di calcio e quindi dovrebbe assumerla lontano dall'assunzione della compressa. Per prendere la medicina dovrebbe invece cercare di acquistare un acqua minerale a basso contenuto di calcio. Per quanto riguarda invece la correttezza dell'indicazione di actonel nel suo caso, io avrei qualche dubbio e pertanto le consiglierei di eseguire gli esami di laboratorio per lo studio del metabolismo fosfo-calcico e successivamente una visita presso centro specialistico dell'osteoporosi vicino al suo domicilio (veda nei siti: www.lios.it, www.siommms.it, www.stopallegratture.it....) per valutare la eventuale necessita di terapie alternative.

Cordialità

TAG: Ortopedia e traumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!