RELAZIONE DI DIMISSIONIPaziente di anni 53, ricoverato dal 07/12/03 al 12/12/03. Diagnosi: Angina da discrepanza in paziente con miocardiopatia ipertrofica. Dati anamnestici: Paziente senza particolari fattori di rischio coronarico. Un anno fa è stato ricoverato nel ns. reparto per angina instabile con tipiche alterazioni ecografiche in sede antero-laterale. Successivamente ha eseguito esame coronarografico che ha evidenziato ?Albero coronario indenne?. Ne mese di Dicembre 2002 ha eseguito ECG da sforzo con esito negativo per Ischemia miocardica. L?attuale ricovero per una nuova crisi stenocardica insorta nelle ore notturne, seguita da minima modificazione ecografica, pur sotto Terapia domiciliare con Isoptin 10 1 c x2 ed aspirina. Ecg all?ingresso: Ritmo sinusale a frequenza 80 c/m senza evidenti alterazioni del tratto ST. Dopo poche ore comparsa di lieve sopralivellamento di ST in sede anteriore ad andamento rettilineo. Esami ematochimici: Nella norma i principali esami di routine, compresi gli indici di citonecrosi miocardica. Ecocardiogramma: Quadro compatibile con miocardiopatia ipertrofica (SIV=1,4 cm PP=1.8 cm). Normale cinesi globale e segmentarla (F.E. = 87%). Al doppler: lieve insufficienza mitralica ed aortica. Ecg alla dimissione: Stazionario. Durante la degenza è stata praticata terapia con Venitrin, Aspirina, Clopidogrel, Eparina bpm, Diltiazem; si è manifestato qualche episodio di sospetta angina, senza alterazione Ecg. Al fine di poter escludere totalmente la precedente diagnosi di cardiopatia ischemica viene consigliata scintigrafia miocardica sotto sforzo. Terapia Prescritta: Cardioaspirina 100 1 cpr dopo pranzo; Isoptin 120 2 al giorno; sinvacor 20 1 al giorno; Omeprazen 1 al giorno; Efexor 150 1 al giorno.SCINTIGRAFIA MIOCARDICA A RIPOSO E SOTTOSFORZO: Dose 1.4800,00 MBq. RADIOISOTOPO: TC99M-MIBI. REFERTO: L?indagine tomoscintigrafica del miocardio (SPECT) è stata eseguita a riposo e dopo sforzo in giorni distinti. Sono stati somministrati rispettivamente 740 e 740 Mbq di 99mTc-Sastamibi ed ottenute sezioni topografiche in asse corto, asse lungo verticale e orizzontale. Le immagini scintigrafiche dopo sforzo documentano la presenza di diffuso deficit di fissazione miocardica del radiofarmaco in corrispondenza delle pareti anteriori e laterali. Tale rilievo non è apprezzabile nelle immagini ripetute a riposo. In conclusione, il quadro scintigrafico è compatibile con la presenza di deficit per fusorio miocardio on sede anteriore e laterale reversibile a riposo (ischemia da sforzo). Vorrei avere, per favore, un suo parere sui referti soprallegati. grazie. Saluti.