12-06-2006

Ripresa

ho la mia ragazza in coma anossico dal 13 marzo ora si trova in un centro di riabilitazione ma nn riesce ancora a svegliarsi.lei è rimasta sen' aria x 60 minuti era morta poi dopo un ora di respirazione artificiale è andata in coma.le attività vitali funzionano bene nn sono stati lesionati organi interni.reagisce agli stimoli apre gli occhi fa dei movimenti insomma ha attività cognitive però le sono state individuate delle ecchimosi al cervello vorrei saperne di piu e se il suo risveglio puo dipendere dal ritiro di queste ecchimosi?e quali danni potrebbe riscontrare?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Non avendo chiaro il motivo dell’arresto cardiocircolatorio, non posso risponderLe con precisione. Supponendo che la giovane abbia sofferto di una emorragia cerebrale per rottura di un aneurisma congenito, la ripresa dello stato di coscienza dipende ovviamente dalla possibilità di ripresa funzionale delle aree danneggiate, a sua volta dipendente dalla remissione della emorragia e dell’edema cerebrale conseguente al danno iniziale.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!