Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

29-08-2018

Prostatectomia e ripresa di malattia?

Buongiorno ho 60 anni.

Nel 2010 ho subito prostatectomia radicale per carcinoma risultato intracapsulare (Gleason 3+3). Da allora ho fatto solo il controllo del psa ogni 4 mesi, con risultati buoni. Inizio con valori molto bassi < 0,003 ng/ml e negli anni ho incrementi costanti seppur minimi ed oggi dopo 8 anni sono giunto a 0,09 ng/ml. Comincio a diventare un po' ansioso. Chiedo se c'è la possibilità di arginare un'eventuale ripresa di malattia con qualche terapia farmacologica. Grazie mille Cordiali Saluti.

Risposta

Questo andamento è tutto sommato abbastanza comune, ma in 8 anni la variazione è stata di soli pochi centesimi. Diremmo che l'urologo inizia a insospettirsi per valori che tendono a 0,5-1, quando si inizia a pensare ad una ripresa biochimica di malattia. Questo perché con livelli così bassi non vi è alcun accertamento in grado di individuare esattamente il punto in cui il PSA viene prodotto. Le diremmo pertanto di confrontarsi con il suo urologo di riferimento, ma senza apprensioni particolari.

TAG: Anziani | Apparato riproduttivo | Biochimica clinica | Chirurgia | Disturbi dell'apparato uro-genitale | Ghiandole e ormoni | Oncologia | Salute maschile | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!