23-05-2017

Rischi di un rapporto orale non protetto

Salve, sono un ragazzo di 20 anni, ed è da ieri sera che sono abbastanza preoccupato per via di un mio incontro avvenuto con una prostituta, la quale mi ha praticato una fellatio passiva, senza preservativo, terminata con eiaculazione nella sua cavità orale. La fonte della mia preoccupazione è data anche dal fatto che mi sono accorto da qualche settimana di avere delle piccole parti del glande un "po'" arrossate, probabilmente ciò è dovuto ad un'attività masturbatoria personale sbagliata in quanto non pratico un rapporto orale/sessuale da settembre.
Inoltre terminato il rapporto mi sono accorto di avere una piccola macchia di colore "marrone" molto sfumata sulla parte esterna degli slip all'altezza dell'elastico che onestamente non riesco a capire cosa sia. Secondo voi devo sottopormi al test o mi posso tranquillizzare?

Risposta di:
Dr. Stefano Maria SeriniDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Medicina alternativa (agopuntura, omeopatia...)
Risposta

Un rapporto orale ricevuto non protetto è a rischio di trasmissione di: herpes simplex, chlamidia, mycoplasma, gonorrea, sifilide e, molto raramente, HIV. È importante rivolgersi presso un Centro per le Malattie a Trasmissione Sessuale per gli accertamenti del caso ed evitare per il futuro categoricamente rapporti sessuali occasionali non protetti, anche orali.

TAG: Dermatologia e venereologia | Infezioni | Malattie infettive | Organi Sessuali | Sessualità | Virus