Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

25-10-2017

Risvegli mattutini con crampi addominali e diarrea

Buongiorno, sono un 45 enne da poco leggermente sottopeso (68kg per 174 cm) che da qualche settimana soffre dei seguenti disturbi: - crampi addominali al risveglio mattutino principalmente e talvolta ancche durante la giornata - aria nello stomaco con gorgoglii saltuari e nell'intestino maggiormente al risveglio - episodi di mucorrea - perdita di peso (6 kg in un anno). A completamento, rappresento anche che da quasi un anno soffro a periodi alterni di prostatite che al momento sto curando efficacemente con del Cialis giornaliero da 5mg (oramai da 2 mesi). Esami del sangue fatti la settimana scorsa tutto (emocromo, transaminase e tiroide) tutto ok. Colonscopia effettuata ad aprile per degli episodi continui di aria e dolori addominali lato sinistro (durati un paio di mesi) risultata ok. Ecoaddome effettuato un paio di settimane fa non riporta nulla di patologico ad eccezione di una piccolo lieve protrusion della prostrate nel collo vescicale.

Ammetto di essere una persona ansiosa. Mi preoccupa ancor di piu' il fatto che tali episodi mi si manifestino sempre al mattino presto (sono come una sveglia). Quali altri esami si possono effettuare per escludere qualcosa di serio? Esami feci ed urine con ricerca di qualcosa in particolare potrebbero essere di aiuto? E' praticamente piu' di un mese che mangio rigorosamente in bianco ma i risultati non si vedono (unica eccezione qualche caffe'). Latte e derivate aboliti, alcool mai avvicinato. Qualche altro consiglio sulla dieta? Potrebbe il CIALIS in qualche modo provocare tali episodi? Riporto inoltre che circa 2 mesi fa mi venne prescritto un farmaco a base di Flurbiprofene per alleviare I dolori di una infiammazione alla prostate che dovetti immediatamente interrompere dopo sole 2 giornate di assunzione per dolori e crampi ad intestino e stomaco con molteplici scariche diarroiche dolorose e presenza di tantissimo muco (schiuma) durante la giornata che mi durarono per 24 ore consecutive. MI dispiace esser stato prolisso ma ho preferito fornire un quadro dettagliato. Grazie in anticipo.

Risposta di:
Prof. giorgio enrico gerunda
Specialista in Chirurgia dei trapianti e Chirurgia dell'apparato digerente
Risposta

Gentile signore il Cialis non le cura la prostatite ma i problemi di erezione. Quindi se è ancora presente la prostatite dovrebbe sentire l'urologo per capire cosa fare. I suoi disturbi riguardano un problema di colite persistente (mucorrea e dolori mattutini). Converrebbe che facesse un esame delle feci (sangue occulto), associando il dosaggio della calprotectina fecale, della PCR e Omocisteina nel sangue. In questo modo si può vedere se vi è un problema infiammatorio nell'intestino e malassorbimento (dimagramento). Cordiali saluti Gerunda

TAG: Gastroenterologia | Nutrizione | Salute maschile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!