L’ESPERTO RISPONDE

Ritardo e test negativi.

Salve ,se è possibile vorrei un consiglio . Scrivo perchè sono nel panico totale,ho 19 anni,con il mio ragazzo uso il metodo del coito interrotto,ho 20 giorni di ritardo dalla data dell'ultima mestruazione,non ho mai avuto un ciclo regolarissimo,ma i ritardi sono parecchio rari,di solito le mestruazioni arrivano a circa 1 settimana prima della data prevista,e fin lì ho sempre avuto l'abitudine e non me ne sono preoccupata più di tanto,questo mese arrivata al giorno 10 (Data in cui dovevano arrivare) ho cominciato a notare che era strano perchè sarebbero dovute venire qualche giorno prima come di consueto,ho atteso ,visto il cambio di stagione. da Gennaio ho avuto qualche piccolo ritardo ogni mese,a Gennaio 1 giorno di ritardo,a Febbraio 6 giorni di ritardo,a Marzo 1 giorno di ritardo,adesso 20,Ho eseguito 2 test ,uno a 7 giorni di ritardo,e uno a 18 giorni di ritardo,entrambi negativi. Il muco cervicale qualche giorno fà era bianco ,denso e abbondante,poi circa 2 giorni fa era sparito e avevo secchezza,adesso da 4 giorni è ricomparso sul bianco trasparente più liquido e molto scarso,sento parecchia secchezza,e trovo lo slip bagnato,ho dei dolori alle ovaia ,molto simili ai giorni in cui è arrivata la mestruazione,addome gonfio e duro,e i capezzoli molto doloranti . Sò che dopo un tale ritardo i test sono molto attendibili,ma comunque la paura di una gravidanza c'è,perchè al momento non è desiderata,secondo i vari sintomi pensa che io possa essere incinta o che magari io abbia ovulato più tardi? Il solo pensiero mi rende molto ansiosa e mi contrae,spero lei posso consigliarmi. grazie ancora,Buona giornata.
Risposta del medico
Gentile ragazza, se ha effetuato due test, entrambi negativi, direi che possa fare affidamento sui risultati e quindi escludere l'ipotesi di una gravidanza. Pertanto le cause del ritardo vanno ricercate in qualche altro motivo.Magari sarà opportuno programmare una visita con un suo medico di fiducia per valutare in maniera più approfondita la situazione. Ciò non toglie che, comunque, il coito interrotto sia una metodica anticoncezionale ad alto rischio di fallimento.Penso sia opportuno,per sua tranquillità, prendere in considerazione un sistema più sicuro.Potrà parlarne nel corso della visita che le ho sopra consigliato. Cordiali saluti Piergiorgio Biondani.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Ciclo in ritardo, quali possono essere le cause
Ciclo in ritardo, quali possono essere le cause
3 minuti
Test di gravidanza: quale scegliere e quando farlo
Test di gravidanza: quale scegliere e quando farlo
4 minuti
Giornata Internazionale di sensibilizzazione contro il dolore pelvico femminile
Giornata Internazionale di sensibilizzazione contro il dolore pelvico femminile
5 minuti
Screening malattie cromosomiche
Screening malattie cromosomiche
10 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pescara (PE)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Cagliari (CA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pompei (NA)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia
Carrara (MS)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
San Benedetto del Tronto (AP)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Ostetrica
Viterbo (VT)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Giarre (CT)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia
Catania (CT)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Medicina estetica
Napoli (NA)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Alcamo (TP)