L’ESPERTO RISPONDE

Salve,avevo già mandato mail per descrivere la

Salve,avevo già mandato mail per descrivere la problematica che riguarda mio padre 44enne, che riporto per sommi capi a cui aggiungo le ultime notizie:Nell'Agosto '09 viene ricoverato per calcolosi renale dx,operato e dimesso con la seguente diagnosi:formazione litiasica al tratto sottogiuntale dell'uretere dx con marcata idronefrosi,sottoposto... Leggi di più quindi a ureterolitotrissia,ureterolitolapassi.Durante tale manovra si è verificato stripping dell'uretere emdio che è stato rianastomizzato a cielo aperto con posizionamento stent, eliminato circa 30 gg dopo.In quest'anno e mezzo sono state fatte solo eco non documentate,fino ad arrivare ad un UroTac con il seguente referto:a dx si apprezza marcata idro-ureteronefrosi, con lieve riduzione dello spessore corticale renale; durante il corso dell'esame,anche nella scansione tardiva eseguita dopo circa 8 minuti, NON si apprezza eliminazione del mdc.Tutti parlavano di nefrostomia urgente,e così è stata eseguita in data 14.02.2011 .Contemporaneamente si è iniettato mdc per capire tratto stenotico e il risultato è stato abbastanza “positivo”,visto che si tratta della parte finale dell’uretere, per cui sarebbe possibile effettuare riabbocco in vescica.La cosa che purtroppo mi lascia senza parole è che al momento, dopo 5 giorni dall’esecuzione della nefrostomia, il rene in questione non ha smaltito alcuna quantità di urina, solo dopo il mdc, si è riscontrato poco liquido (riferito proprio all’espulsione del mdc).Qui si trovano pareri discordanti, c’è chi dice che questo rene potrebbe non funzionare più, c’è chi addirittura parla di reni che riprendono a funzionare anche dopo mesi (molti si basano sul referto dell’UroTac che parla di lieve riduzione dello spessore corticale renale). Vorrei capire qualcosa in più, e magari guardare la realtà con obiettività. Aggiungo per completezza che al momento è in cura con Tavanic e Danzen,che terminerà domani.Attendo sua risposta.Grazie milleLeila R.

Risposta del medico
Specialista in Urologia e Andrologia
Gentile Sig.ra LEILA, ho preso visione della Sua e-mail ma per esprimere un parere urologico circa la situazione, in questo caso abbastanza complesso, avrei bisogno prima di tutto di visitare Suo Padre e piu' che altro vedere di persona la varia documentazione clinica. Distiti saluti. Dott.Famiano Meneschincheri www.prostatite2002.it
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Quarta dose vaccino Covid, chi può farla
Quarta dose vaccino Covid, chi può farla
1 minuto
Usare lo smartphone a tavola fa ingrassare
Usare lo smartphone a tavola fa ingrassare
2 minuti
Bambini dipendenti dai tablet già in tenera età
Bambini dipendenti dai tablet già in tenera età
1 minuto
Salute: lo studio. Senzatetto come 80enni già a 50 anni
Salute: lo studio. Senzatetto come 80enni già a 50 anni
1 minuto
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Urologia
Roma (RM)
Specialista in Andrologia e Urologia
Prato (PO)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Andrologia e Urologia
Roma (RM)
Specialista in Chirurgia pediatrica e Urologia
Prov. di Reggio di Calabria
Specialista in Urologia e Andrologia
Cimitile (NA)
Specialista in Urologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Roma (RM)
Specialista in Urologia e Allergologia e immunologia clinica
Montevarchi (AR)
Specialista in Urologia
Pellezzano (SA)
Specialista in Urologia e Andrologia
Palermo (PA)
Specialista in Urologia
Peschiera del Garda (VR)