Salve dottore, circa un mesetto fa mi avevano riscontrato tramite un ecografia pelvica e transvaginale due cisti una di 9 cm e l'altra di 7 cm. Dopo un ricovero e ulteriori accertamenti come i marchers tumorali e una risonanza magnetica con contrasto il mio ginecologomi ha chiamato per un consulto per comunicarmi gli esiti dei risultati degli... Leggi di più esami. Dalla risonanza e' venuto fuori che c'e' questa formazione a struttura cistica che misura circa 15per10 cm di diametro trasverso che si estende in senso longitudinale per circa 15 cm. La formazione e' costituita da numerose almeno 6 formazioni cistiche adiacenti del diametro tra i 16mm e 85mm alcune delle quali mostrano sottili settature interne.L'insieme dei reperti depone in prima ipotesi formazione cistica di origine annesiale a struttura complessa con componenti di tipo dermoide e data la dimensione non e' possibile stabilire la precisa origine della formazione. Non sono evidenti linfoadenopatie pelviche.I marchers tumorali erano tutti nella norma tranne il Ca 19.9 che era a 71. Mi hanno consigliato di andare da un ginecologo oncologo il quale mi ha visitato e mi ha detto che la massa si trova tra utero e intestino e mi operera' a settembre. Ora le chiedo potrebbe trattarsi di un tumore? come avverra l'intervento? cosa vuol dire in parole povere cio che viene fuori dalla risonanza? Dopo l'intervento verra effettuato un esame istologico di cio che tolgono e il mio oncologo ha detto che in base a cio che sara' verra' fatta una terapia cosa intendeva?Quel marcher tumorale alto? Inoltre questo mese il ciclo proprio non mi e' venuto sara una normale conseguenza?Grazie. Confido in una sua cortese risposta.