Salve dottore sono molto preoccupata per mio padre di 70 anni, da 10 anni in cura per fibrillazione atriale scoperta in seguito a un malessere denominato dai medici "cardiopalmo" . Da allora non ha mai avuto malesseri, sottoposto regolarmente a controlli .L'anno scorso l'elettrocardiogramma riportò episodi ischemici,su queste basi gli fu prescritta... Leggi di più una scintigrafia che risultò però negativa.Nonostante questo dall'ultimo ecocardiogramma risulta peggiorato pur sentendosi bene, le riporto di seguito l'esito dell'esame: cardiopatia ipertensiva- fibrillazione atriale permanente. In trattamento con betabloccanti,sartani ed anticoagulanti orali. Scintigrafia miocardica (quella di cui le parlavo fatta l'anno scorso) negativa per deficit perfusivo.Reperto ecocardiografico (2007)peggiorato rispetto al precedente(2006) :FA 40% versus 60 %; ipocinesia e dilatazione ventricolare destra; aumentate dimensioni di entrambi gli atri e della radice aortica.Si consiglia esame coronarograficoMi scuso per la lunghezza del quesito, vorrei sapere se è grave, e visto che non vuole sottoporsi a coronarografia cosa rischia, sono molto preoccupata anche se lui si sente bene...Grazie e in attesa di un riscontro le porgo cordiali saluti