Salve dottore, sono una donna di 40 anni ed a seguito di un periodo di forte stress emotivo che dura da circa 9 mesi, ho avuto attacchi di panico ed ansia generalizzata, che grazie alla psicoterapia ho superato, ma soprattutto problemi di dolore alla "bocca dello stomaco" ed allo sterno a causa di un' esofagite da reflussso di grado C per incontinenza del cardias (questa la diagnosi del gastrenterologo), in conseguenza a questi dolori ed anche su consiglio del gastrenterologo ho cominciato a non mangiare nessun tipo di grasso, niente fritture, nè cioccolato o altro tipo di dolce perchè veramente molto spaventata dal dolore toracico che mi viene con il reflusso. Per questi motivi, o almeno credo, sono dimagrita 4 Kg. Premetto di essere sempre stata esile, al massimo sono arrivata a pesare 50 Kg per 1,61 cm, ma oggi ne peso 46 e sono molto a disagio. Secondo lei, innanzitutto, è possibile che il mio dimagrimento sia dovuto ai problemi di cui le ho parlato? Mi potrebbe aiutare a capire come e cosa mangiare per non rischiare di stare ancora male riprendendo però i miei chili? Io al momento faccio una cura con un inibitore della pompa protonica mattina e sera. La ringrazio in anticipo e la saluto cordialmente.