29-04-2008

Salve, ho 25 anni e da circa un anno percepisco

salve, ho 25 anni e da circa un anno percepisco sporadicamente degli aumenti improvvisi della frequenza dei battiti cardiaci, non necessariamente in concomitanza con stati d'ansia (che non ho quasi mai), ma piuttosto in situazioni di riposo o talvolta dopo sforzi che però, a mio parere, il più delle volte non sono tali da giustificare un affaticamento. Di solito durano pochi minuti ma qualche giorno fa ci ho messo quasi un'ora per "smaltire" quella sensazione di battiti velocissimi, sebbene non fossi per nulla agitata! Vorrei sapere se questo tipo di disturbo (ribadisco, non frequente) richiede accertamenti particolari e a cosa può essere dovuto. grazie, camilla
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Per prima cosa dovrebbe eseguire degli esami ematochimici perché il leggero disturbo lamentato potrebbe essere conseguenza di uno stato anemico o di un disturbo tiroideo; se tutto fosse normale e i disturbi non cessassero, le consiglierei di eseguire una visita cardiologica di base ed un ECG holter.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!