Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

03-10-2006

Salve, il 7/9/06 mio padre, in seguito ad un

salve, il 7/9/06 mio padre, in seguito ad un infarto, e' stato sottoposto ad una coronarografia con angioplastica in cui hanno rilevato due occlusioni nella zona anteriore destra del cuore. gli hanno dato una cura da seguire che prevede l'assunzione di plavix, cardioaspirina sivastin (per mantenere il valore di ldl basso, intorno a 50 dicono visto che da recenti studi per chi ha subito un infarto e' piu' ottimale.). assume anche altri farmaci di cui non ricordo il nome, alcuni per il diabete, ma tra questi anche il mepral per proteggere lo stomaco almeno se non ho capito male. il mio dubbio nasce dal fatto che mio padre circa trenta anni fa e' stato operato di ulcera duodenale. la cardioaspirina so che potrebbe comportare problemi del genere e' giusto? inoltre mio padre gia' soffriva di disturbi alla prostata e negli ultimi giorni oltre ad urinare abbastanza di frequente ha notato che nell'urina era presente del sangue. puo' dipendere da uno dei suddetti farmaci o e' il caso di indagare a fondo?il medico di famiglia gli ha prescritto degli antinfiammatori per la vescica... la ringrazio in anticipo.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La cardioaspirina può essere gastrolesiva per cui la gastroprotezione nel caso di suo padre è essenziale: altresì importante l’attenzione ad eventuali sintomi. L’ematuria può sì dipendere da un cistite (infezione della vescica) ma può anche essere legata a problemi della prostata o all’azione di Plavix e Cardioaspirin: consiglierei in primo luogo un controllo urologico se l’ematuria dovesse continuare, se invece dovesse non essere più evidente un controllo microscopico dell’urina per valutare se continua come microematuria.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!