19-03-2008

Salve, mio suocere di anni 72 assume come farmaco

Salve, mio suocere di anni 72 assume come farmaco il gardenale insieme a tanti altri come lirica, cardioaspirina, sinvastin, peptazol, triatec ed altri che al momento non ricordo. Desideravo sapere se gli effetti di essuefazione, indebbolimento e tutto quello previsto dalla prescrizione si verificano subito oppure dopo giorni di somministrazione. Questo è l'effetto?Lui attualmente prende le compresse da 50 da circa 20 giorni chiaramente prescritte dal neurologo. La cosa strana che questo effetto diciamo dormiente si è verificato dopo circa una settimana dall'inizio della cura ed essendo Lui un soggetto con bronchite cronica, carotide dx occlusa, ischemia celebrale, reduce di baypass coronarici ed altro come diabete, osseoporosi sta avendo crisi respiratorie. E' normale? Ora è ricoverato da lunedi scorso presso il Presidio Ospedaliero di Maddaloni, da inespero credo che il processo di recupero sia fermo. Corre dei rischi? Ci sono altri farmaci che lo possono aiutare? E' un anno che entra ed esce dagli ospedali come posso aiutarlo? Esistono centri specializzati per fargli un controllo generale? Vi ringrazio anticipatamente e resto a Vostra disposizione per eventuali altre informazioni. Cordiali saluti Carmine Vassallo
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il quadro di suo suocero appare molto complesso e la sua descrizione un poco confusa: lei chiede “come posso aiutarlo” penso che sia opportuno riferire suo padre a un centro cardiologico di un grosso centro della sua regione in cui le varie problematiche possano essere affrontate unitariamente
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!