Salve, sono un settantenne, da circa trent'anni soffro di episodi di tachicardia molto sporadici (ogni 4/5 anni) che non sono mai riuscito a risolvere definitivamente, ora negli ultimi due mesi ho presentato anche degli episodi di aritmia (circa tre), andando nel presidio ospedaliero più vicino aggiungono farmaci ma non trovano la vera causa attribuendo gli episodi al fatto che sono iperteso. Personalmente mi accorgo che questi episodi di aritmia si associano a una digestione lenta ed a grandi quantità d'aria nello stomaco, pancia. Quando infatti si presenta l'aritmia se espello l'aria che ho in pancia, tutto si stabilizza. Ora la mia domanda è: è possibile che i problemi gastrico- intestinali scatenino reazioni cardiache?Oppure viceversa sono i miei problemi cardiaci la causa delle reazioni intestinali?Aggiungo che sono una persona molto attiva che gode, aritmia a parte, di ottima salute e beneficia di grandi energie.La ringrazio infinitamente per la sua gentile collaborazione.Mario