15-04-2008

Salve, sono un uomo di 35 anni, tramite il test

Salve, sono un uomo di 35 anni, tramite il test all'ajmalina al quale mi sono sottoposto presso il centro Maugeri di Pavia mi e' stata diagnosticata la sindrome di brugada; a tutt'oggi a causa della paura di sottopormi all'intervento per l'impianto del defibrillatore (mi si dice che mi devono provocare un arresto cardiaco) non ho ancora provveduto all'impianto! Volevo cortesemente chiederle: quante probabilità vi sono che l'arresto cardiaco sia irreversibile? Inoltre lavoro con la patente CE, con il defibrillatore puo' essere comunque rinnovata? La visita medica annuale mi puo' confermare abile al labvoro che svolgo? La ringrazio moltissimo anticipatamente e porgo i miei migliori saluti.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il tutto si gioca sulle indicazioni al defibrillatore. Oltre alla diagnosi generica di Brugada, bisogna vedere il tipo di Brugada che Le è stato diagnosticato ed altri elementi anamnestici quali pregresse sincopi o la presenza di familiarità per morte improvvisa. Una volta posta la indicazione corretta, la patente Le verrà ritirata se Lei non impiantasse il defibrillatore (oppure in caso di incidente la Sua assicurazione non risponderebbe, se Lei sottacesse la Sua situazione). Mentre il defibrillatore non costituisce una situazione per cui la patente viene automaticamente ritirata. Per quanto riguarda l’arresto cardiaco, esso viene provocato per testare il defibrillatore. Ovviamente in ambito protetto viene risolto; pensi invece cosa potrebbe avvenire se Lei avesse un arresto cardiaco extraospedaliero ed il defibrillatore non funzionasse correttamente.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare