L’ESPERTO RISPONDE

Sclerosi del collo vescicale?

Cronologia:Dal 1° dicembre 2018: inizio a sentire il bisogno di urinare circa ogni ora, flusso debole. Doloretti nella zona della vescica soprattutto la notte. Difficoltà ad avere erezione completa e sparisce la erezione mattutina che ho sempre avuto. Ho anche meno desiderio sessuale. Stessi sintomi li ebbi qualche mese fa ma per un solo giorno poi... Leggi di più sparirono e non me ne preoccupai... dico comunque che sono tanti anni già che mi sveglio la notte una volta per urinare.-6 dicembre: Effettuo analisi urine e sangue perchè medico di base sospetta prostatite: tutto perfettamente nella norma, analisi perfette, sospendo l'antibiotico (inutile) che mi avevano dato.-12 dicembre: mi prescrivono Omnic 0,4mg 1 pillola al giorno: la situazione migliora già dal giorno dopo: mi sento molto meglio, quasi a posto ma ho eiaculazione retrogada.-14 dicembre: visita urologica, mi sentono la prostata dicono a posto anche se un po' grandina per un 35enne. Dicono di fare uroflussometria dopo aver sospeso Omnic.-16 dicembre: ultima pillola di Omnic-19 dicembre mattino: uroflussometria perfetta. Sospettano sclerosi del collo vescicale e dicono che probabilmente tra qualche mese il disturbo si ripresenterà.-19 dicembre sera: già sento che inizio a urinare più sepsso.Chiedo: che probabilità c'è che sia effettivamente sclerosi del collo vescicale?E se non fosse: cos'è?Se è sclerosi del collo vescicale: che probabilità c'è che sia secondaria a problemi più gravi tipo sclerosi multipla?Che fare se si ripresentano i sintomi?In caso di intervento chirurgico: visto che ho già avuto eiaculazione retrograda con Omnic, è automatico che dopo intervento chirurgico ce l'avrò sempre?Grazie

Risposta del medico
Dr. Franco Di Ceglie
Dr. Franco Di Ceglie
Specialista in Andrologia
Gentile signore ,da quello che scrive mi viene il dubbio che non abbia descritto bene i sintomi all'urologo che ha contattato perché potrebbe trattarsi di una prostatite con batteri presenti nel liquido seminale per cui anche gli antibiotici (mirati) hanno la loro importanza nella terapia e ancora di più possono essere batteri a trasmissione sessuale se ha una fidanzata ( per cui la cura va fatta insieme). Ritorna dal suo urologo.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Urologia
Roma (RM)
Specialista in Andrologia e Urologia
Prato (PO)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Andrologia e Urologia
Roma (RM)
Specialista in Chirurgia pediatrica e Urologia
Prov. di Reggio di Calabria
Specialista in Urologia e Andrologia
Cimitile (NA)
Specialista in Urologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Roma (RM)
Specialista in Urologia e Allergologia e immunologia clinica
Montevarchi (AR)
Specialista in Urologia
Pellezzano (SA)
Specialista in Urologia e Andrologia
Palermo (PA)
Specialista in Urologia
Peschiera del Garda (VR)