Gentili, sono un uomo di 35 anni e peso 87 KG, sono alto 184cm e pratico Kung Fu e Taichi. Non faccio combattimenti per cui non ho traumi da caduta o quant'altro. Gli allenamenti sono duri ma oramai è qualche anno che pratico per cui mi sono diciamo abituato ed a parte qualche dolore muscolare ogni tanto (per qualche allenamento un po' più intenso) non soffro di particolari problemi.Un paio di anni fa mi è stata diagnosticata una leggera protrusione discale ai dischi L5 S1 ed ogni tanto ho qualche sporadico problema di dolore in quella zona ma dura al massimo 2 giorni poi scompare da solo. Tuttavia da una settimana in seguito ad un paio di allenamenti, per la precisione lunedi13/02 e mercoledi' 15/02, in cui ho allenato i muscoli lombari (disteso a pancia in giù e tirare su la schiena) mi è comparso un forte dolore alla zona lombare prima che poi si è propagato verso diciamo la zona dell'osso sacro.Lunedì 20/02 sono andato dal fisioterapista che mi ha detto che avevo una brutta contrattura alla schiena e mi ha fatto 2 sedute di massaggi con le quali sinceramente mi sono sentito decisamente meglio. La prima seduta ha decontratto la parte diciamo lombare mentre la seconda volta ha decontratto la zona dove iniziano le natiche. Durante la prima seduta ha aggiunto che ero un po' infiammato sulla parte inferiore per cui mi ha detto di prendere comunque qualche antinfiammatorio e di ritornare il giorno successivo. Oggi avverto un dolore diffuso non intenso che si propaga diciamo dall'inizio della linea di separazione delle natiche e si allarga "per qualche centimetro".Parlando con una mia ex collega di lavoro lei mi ha detto di stare attento alla "Sindrome della cauda equina" della quale lei soffre che è piuttosto rara ma non impossibile. Ho cercato qualche notizia su internet e mi sono spaventato un po' riguardo i modi di contrarre questa cosa poiché potrebbe comportare la compressione dei nervi della spina dorsale dovuta ad ernia (che non penso di avere poiché la mia è solo protrusione discale e non ho subito nessun genere di trauma, niente cadute "di culo" diciamo, qualche salto si, tuttavia è soltanto dalla mia elevazione e non salto mai da altezze grandi tipo trampolini).Confesso che sono un pochino paranoico per quanto riguarda la salute e siccome ho già avuto problemi in quella zona in passato (che ho risolto con un lungo percorso di sedute di fisioterapia ed esercizi posturali) non vorrei fossero peggiorati col tempo. Possono essere dei semplici ed innocui residui di infiammazione che risolverò con del brufen piuttosto che ketodol oppure devo preoccuparmi? Premetto inoltre che faccio l'informatico di mestiere per cui sono anche molto spesso seduto davanti al computer ed ammetto che non sempre sono in una posizione corretta. Grazie per l'ascolto.