Ho 72 anni.Recentemente sono andato fuori strada con l'automobile a causa di un probabile colpo di sonno o di un probabile attacco ischemico transitorio. Mi è stata prescritta una risonanza magnetica dell'encefalo e del tronco encefalico che ha messo in evidenza quanto segue: "Si apprezzano multiple, numerose, piccole e minute aree di alterato... Leggi di più segnale, con prevalente iperintensità nelle sequenze a Tr lungo e in Flair, in corrispondenza della sostanza biancacortico-sottocorticale e profonda delle corone radiate delle regioni frontali, insulari, e parieto-occipitali bilateralmente, e in sede di centri semiovali, a distribuzione pressochè simmetrica, in parte anche confluenti, compatibili con la natura gliale degli esiti ischemici, in un quadro riferibile a sofferenza vascolare cronica sottocorticale. Discreta alterazione di segnale, con iperintensità in DP-T2 e in Flair, in sede periventricolare, riferibile a degradazione e gliosi riparativa della sostanza bianca su base micro-vascolare. In sede nucleo-capsulare bilateralmente si apprezzano multiple minute e puntiformi aree focali di alterato segnale, in parte riferibili a spazi perivasali ampliati (stato cribroso) e in parte a lesioni di di gliotico micro-infartuale (stato lacunare). A livello sottotentoriale, si apprezza cisti aracnoidea, congenita, dal segnale simil-liquorale in tutte le sequenze, che si dispone in sede retro-cerebellare a sinistra ed associata ipoplasia cerebellare. come reperto accessorio, si segnala ispessimento della mucosa dei seni mascellari."Il medico di base mi ha prescritto una capsula al giorno di Aggrenox 200 mg + 25 mg per la prevenzione dell'ictus, da prendere sempre. Ho recentemente effetuato anche un ECO-COLOR-DOPPLER P.W. DEI T.S.A. che ha messo in evidenza reperti nella norma per le Aa vertebrali, mentre per le Aa carotidi: a destra, spessore medio del complesso media.intima lungo l'arteria C.C. 0.7o mm. Presenza di ispessimenti medio-intimali focale alla biforcazione (spessore max 1.5 mm) senza evidenti stenosi; a sinistra , spessore medio del complesso media-intima lungo l'arteria C.C. o.80 mm. Non evidenza di placche lungo l'intero albero carotideo esplorabile.La mia domanda è se sia opportuno fare ulteriori accertamenti, in relazione al fatto che l'esame ha messo in evidenza "una sofferenza vascolare cronica sottocorticale". Da cosa può derivare questa sofferenza vascolare cronica? Esistono delle medicine che servano a prevenire e trattare i deficit neurolgici ischemici legati ad una riduzione dell'efficienza della circolazione sanguigna cerebrale? Mi sto avviando verso la demenza senile? E' opportuna la visita di uno specialista neurologo o neurochirurgo? Grazie molto per una risposta.