28-03-2008

Soffro di aritmie atriali e mi è stato pure

Soffro di aritmie atriali e mi è stato pure diagnosticato un atrio ingrossato. Vorrei sapere in cosa consiste la cardioversione, se è dolorosa, se viene effettuata in anestesia e quali sono i potenziali rischi. Specifico di avere una presione normale. Vorrei conoscere anche i centri più vicini alla mia città. Grazie. Giovanna
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La cardioversione di aritmie atriali si può eseguire con l'ausilio di farmaci o, dove questi avessero fallito, con la cardioversione elettrica in anestesia generale. Non vi è quindi nessuna sofferenza da parte del paziente. Direi inoltre che non esistono rischi per il paziente, in quanto sono procedure eseguite in ambiente ospedaliero, in assoluto controllo medico (cardiologico ed anestesiologico). Ritengo che qualsiasi centro cardiologico della sua provincia le possa offrire un ottimo supporto assistenziale (ma non sono della sua regione e non conosco i singoli centri personalmente).
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!