24-01-2006

Sono avvilita, forse è la paura, chiedo

Sono avvilita, forse è la paura, chiedo consiglio. A mia madre quasi due anni fà è stato asportato un Carcinoma alla Vescica, i medici hanno informato la paziente che non era necessaria la Chemioterapia. Oggi abbiamo ritirato il referto di un esame istologico di un'indagine fatta a causa di un rigonfiamento sul collo, questo l'esito "Metastasi linfonodali laterocervicali da adenocarcinoma scarsamente differenziato in paziente già operata in ca vescica", cos'è successo in questi due anni? perchè nessuno si è preoccupato di monitorarla, e ora? cosa le aspetta? Ho un'anamnesi familiare piena di casi, ad oggi conclusi positivamente. Mia figlia, 7 anni, leucemia linfoblastica acuta, oggi una bellissima quattordicenne, mio padre 15 anni fa un carcinoma t3 scarsamente differenziato, all'apice del polmone che ha comportato un'asportazione parziale dello stesso e nessuna chemioterapia. Ed ancora mio figlio 9 anni questo inverno teratoma cistico maturo al testicolo, fortunatamente con pareti indenni. Le chiedo, professore, c'è una certa ereditarietà o è solo una coincidenza ed ancora per mia madre cosa ci aspetta? Siamo una famiglia stanca. Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Innanzi tutto auguri per la figlia, il figlio e il padre; “in secundis” consideri le vicende solo una coincidenza, indubbiamente particolare; la madre ha bisogno di una valutazione oncologica per affrontare adeguatamente un problema non piccolo (è necessario praticare esami di restaging e programmare una chemioterapia adeguata); le prospettive non sono buone, purtroppo.
TAG: Tumori | Oncologia