Le 10 fobie più strane collegate alla natura

Le 10 fobie più strane collegate alla natura

Animali, oggetti e situazioni della natura possono essere piacevoli per alcuni ma fonte di ansia e paura per altri.
In questo articolo:

Un’emozione innata, che è di fondamentale importanza ma che può anche limitare il soggetto, è la paura. In psicologia, una paura irrazionale, immotivata con evitamento e repulsione verso animali, oggetti, situazioni, viene definita  fobia, dal greco “phobos”, ossia paura.

Chi riguarda?

Di fobie ce ne sono per tutti i gusti e di tutti i tipi; ne sono state elencate oltre 500. Un problema che riguarda un quinto della popolazione italiana. Si diversificano anche per sesso, esempio la fobia specifica dei topi e dei serpenti è per il 90% tipicamente femminile.

Quali sono le fobie collegate alla natura?

Paesaggi rilassanti all’aperto, spazi infiniti di verde, distese di acqua, per molte persone sono scenari piacevoli e rilassanti per altri sono fonte di ansia e paura.

Ad esempio, la limnofobia riguarda la paura di entrare in laghi o stagni dove il problema principale è non vedere il fondo, quindi cosa si nasconde sotto la superficie, l’hilofobia è la paura ingiustificata dei boschi e delle foreste, la agrizoophobia riguarda la paura degli animali selvatici. E non finisce qui.

  • L’eliofobia è la paura dei raggi solari e la persona sfugge in modo bizzarro al sole, ad esempio oscurando vetri in vari modi o coprendo il proprio corpo in maniera eccessiva.
  • La dorafobia è la paura del contatto con le pelli degli animali.
  • La selacofobia è il terrore persistente nei confronti degli squali, con conseguente difficoltà di stare in acqua anche semplicemente in riva al mare.
  • La ancrofobia è la paura del vento, che porta il soggetto a ripararsi ed a evitare l’esposizione a situazioni ventilate ma anche ad oggetti collegati al movimento eolico come pale eoliche, aquiloni.
  • L’entomofobia, è la diffusissima paura della presenza degli insetti; fruscii, svolazzi, rumori vicini possono fare scappare la persona a cercare un rifugio sicuro.
  • L’anablefobia è la fobia specifica di guardare in alto. Guardare il cielo stellato o soffitti alti per molti può trasformarsi in una esperienza da incubo.
  • L’antrofobia, è il terrore dei fiori. Una paura collegata agli insetti che vivono vicino ai fiori.

Soluzioni alla fobia scatenata dalla natura

Per fortuna ad oggi la scienza psicologica è in grado di applicare protocolli specifici per ogni forma di fobia, aiutando la persona a recuperare sicurezza ed una efficace gestione della paura senza che sfoci in un panico bloccante.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Psicologia e Psicologia e Psicoterapia
Sesto San Giovanni (MI)
Specialista in Psicologia e Psicologia e Psicoterapia
Pisa (PI)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Psichiatria e Psicologia
Prov. di Milano
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Firenze (FI)
Specialista in Psicoterapia e Psicologia e Psicoterapia
Napoli (NA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Psicoterapia e Sessuologia
Milano (MI)
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Roma (RM)
Specialista in Psicologia ad indirizzo medico e Criminologia clinica
Pescara (PE)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Milano (MI)
Specialista in Psicoterapia e Psicologia
Torino (TO)