03-07-2006

Sono un po' iperteso, soffro di extrasistole

Sono un po' iperteso, soffro di extrasistole estremamente fastidiose e ansiogene e anche di ernia iatale con reflusso. Tutti gli esami cardiaci sono negativi, il cuore è sano. Prendo Verapamil 120 e omeprazolo 15, ma le extrasistole permangono. Sono bradicardico, con betabloccanti le pulsazioni scendono sotto 50. sono alto 1,78 e peso Kg 82, ma con l'età è aumentato il volume dell'addome:
Se dimagrissi proverei sollievo? Se si come fare? Esistiono esercizi del diaframma che possono servire? Lavoro nella cooperazione internazionale con missioni estreme, il disturbo mi crea problemi
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Le extrasistoli immagino sopraventricolari sono frequentemente relate alla ernia iatale e possono accentuarsi nelle fasi digestive o in presenza di importanti stati d’ansia. La terapia con verapamil associata a beta-bloccante non e’ corretta alla sua eta’ e alcune volte proprio perche’ causa una eccessiva bradicardia puo’ favorire l’insorgenza. di extrasistoli. Il consiglio che mi sento di darLe e’ quello di rivedere la terapia con il suo Cardiologo di fiducia. Potrebbe essere di aiuto una terapia che facilita lo svuotamento gastrico e riduca la presenza di gastrite-esofagite piu’ una terapia che controlli efficacemente la pressione. Inoltre queste extrasistoli potrebbero essere studiate meglio nella loro relazione con gli aumenti e riduzioni di frequenza per cercare eventualmente una impostazione terapeutica piu’ efficace. Un calo ponderale potrebbe essere di aiuto se accompagnato ad una protezione delle funzioni digestive.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!