28-03-2008

Sono un podista di 41 anni corro a livello

Sono un podista di 41 anni corro a livello agonistico da circa 15 anni, percorro settimanalmente circa 50 km. uso il cardifrequenzimetro con battiti intorno ai 125 - 130 max per allenamento. Alla visita di idoneitàagonistica mi hanno riscontrato una pressione alta a riposo e durante il cicloergometro ( con la bici) il dott. ha dovuto interrompere il test in quanto la pressione era arrivata a 220/130, non sono stato fatto idoneo e dovrei ritornare il mese di aprile. Non contento del riusultato mi sono rivolto ad un cardiologo di fiducia il quale mi ha diagnosticato una ipertrofia all'atrio sx di circa 14 millimetri, la pressione di 140/90, l'elettrocardiogramma buono. In seguito a questa diagnosi mi ha consigliato di correre in modo molto blando (90/100 battiti)o fare nuoto o bici, in modo da sottopormi tra 3/4 mesi ad un ulteriore prova da sforzo e un eco per vedere se l'ipertrofia è rientrata nei limiti. Chiedo cortesemente, disapere quanto è dovuto alla sport e quanto alla pressione alta, da premettere non ho mai sofferto di ipertensione, in casa mio padre era iperteso, sto misurando giornalmente la pressione con valori che oscillano tra 125/130 - 85/90. Vi ringrazio per la cortese attenzione Biagio Sgura Ostuni (BR)
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
la ipertrofia del ventricolo (e non dell’atrio) sinx può essere dovuta a entrambe le componenti
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!