19-03-2008

Sono un ragazzo di 32 anni. per 3 anni ho assunto

SONO UN RAGAZZO DI 32 ANNI. PER 3 ANNI HO ASSUNTO IN VIA CONTINUATIVA IL TAPAZOLE PER VIA DI UN PROBLEMA ALLA TIROIDE POI RISOLTO CON LA TERAPIA DEL RADIO-IODIO (ATTUALMENTE ASSUMO EUTIROX 75 MG). DA 1 MESE CIRCA MI SONO ACCORTO CHE I VALORI DELLE TRANSAMINASI SONO FUORI RANGE OVVERO: 14/1/2008 GPT 118 (RANGE FINO 65) GOT 49 (RANGE FINO 40); DOPO 3 GIORNI HO RIPETUTO GLI ESAMI CON ESITO GPT 130 GOT 65 (STESSO RANGE); DOPO UN MESE E MEZZO AVENDO PERSO NEL FRATTEMPO 5 KG (ATTUALMENTE PESO 105 KG), GLI ESAMI HANNO DATO IL SEGUENTE ESITO: GPT 101 RANGE FINO 65, GOT 43 RANGE FINO 37. COME DEVO INTERPRETARE QUESTI VALORI? TENGO A PRECISARE CHE L'ANNO SCORSO A MARZO LE TRANSAMINASI GPT ERANO 77 CON RANGE 40, GOT 42 CON RANGE 40, TORNATE NORMALI DOPO 3 MESI.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
L’aumento delle aminotransferasi deve essere interpretato come un segnale emesso dal fegato di un qualche fattore che lo disturba. Pertanto è necessario che vada a ricercare quale sia questo possibile fattore che disturba il suo fegato tra quelli noti e più frequenti. Ad esempio assunzione di bevande alcoliche, virus patitici (HBV e HCV),, obesità, farmaci epatotossici, etc.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!