10-02-2006

Sono una donna di 63 anni affetta da tempo da

Sono una donna di 63 anni affetta da tempo da epatite C con genotipo 2. Sto attualmente portando avanti da tre settimane una cura a base di interferone peghilato e ribavirina. Sono venuta di recente a conoscenza di una nuova scoperta effettuata da ricercatori italiani secondo la quale in caso di test HCV RNA negativo dopo 4 settimane di cura è possibile sospendere la cura dopo 3 mesi inceve dei canoci 6. Consigliate anche a me l'effettuazione del test HCV RNA al termine della 4 settimana per valutare la presenza del virus e poter così giovare di una riduzione nella durata di questa cura così pesante? A causa della cura i miei valori ematici (leucociti, emoglobina e piastrine) sono sotto i valori minimi e temo che prelievi di sangue oltre il necessario possano aggravare i miei indici bioumorali.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Una riduzione della durata della terapia antivirale a 3 mesi invece che 6 mesi, è stata prospettata ma non vi sono dimostrazioni inoppugnabili che ciò sia realmente vero. Consigliamo di seguire il protocollo terapeutico tradizionale, con 6 mesi di terapia, se tollerato.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna