Salve, sono Roberta di Bologna ed ho 46 anni. Se possibile gradirei il vostro parere in merito a quanto segue: più di un anno fa, in un periodo in cui frequentavo un corso di ginnastica per adulti in palestra, ho cominciato ad accusare un leggero fastidio al tallone sx; per diversi mesi l'ho ignorato pensando che passasse, ma poi il problema si è... Leggi di più accentuato arrivando a provocarmi vero e proprio dolore quando mi alzo alla mattina e scendo dal letto, oppure quando mi alzo dal divano dopo esservi rimasta per almeno una ventina di minuti, o analogamente quando scendo dall'auto. In queste circostanze il dolore è talmente forte che non riesco ad appoggiare il tallone e per alcuni passi sono costretta a camminare zoppicando, poi passa tutto. Effettuate le lastre, sono risultati due speroni calcaneari che in novembre 2009 ho trattato con 4 sedute di onde d'urto ma senza ottenere il benché minimo risultato. In aprile 2010 ho effettuato una visita specialistica da un ortopedico il quale mi ha diagnosticato una fascite plantare e visti i vari tentativi da me già effettuati senza esito (terapia farmacologica con antinfiammatori ed onde d'urto), mi ha suggerito un tutore specifico per fascite plantare (della ditta Tielle Camp). Oggi, dopo circa un mese che indosso questo tutore, non ho notato miglioramenti soddisfacenti o meglio, sto benino durante il giorno ma quando poi la sera me lo tolgo, il mattino successivo al risveglio provo ancora il solito forte dolore quando faccio i primi passi. E' normale che dopo un mese di tutore la situazione sia praticamente invariata? Dopo quanto tempo l'infiammazione si dovrebbe risolvere? E soprattutto, avete qualche altro consiglio da darmi? Non nascondo che comincio ad avvilirmi:nel 2010 si guarisce dai tumori ed io non riesco a combattere una fascite plantare? In attesa di cortese riscontro ringraziando anticipatamente invio cordiali saluti.