01-02-2017

Squilibrio elettrolitico dopo gastroenterite

Gentile dottore, sono un uomo di 33 anni in cura da ormai dieci anni con questa terapia: mezza compressa di Tavor da 2,5 mg, e una compressa di entact 10 mg entrambe al mattino. Sei giorni fa mi è iniziata una fortissima gastroenterite con nausea forte a intermittenza (ma non ho vomitato) ma con frequenti scariche di diarrea completamente liquida che sono durate all'incirca fino a ieri mattina (ho cercato di trattare senza successo con dissenten); quindi scariche per circa quattro giorni, ieri non ho avuto scariche.

Mi è capitato di leggere che entact non deve essere assunto in presenza di squilibrio elettrolitico in quanto possono insorgere aritmie maligne. La cosa mi ha allarmato non poco per cui ho temporaneamente sospeso l'assunzione, ora sono due giorni che non lo assumo e sto avendo ovviamente dei sintomi che immagino dipendano dalla brusca sospensione dell'entact.
Venendo al dunque, è dato per certo che una gastroenterite forte possa provocare uno squilibrio elettrolitico? Aggiungo che i primi due giorni non sono riuscito a mangiare letteralmente nulla e facevo fatica anche a bere per cui non so quantificare con precisione la quantità di acqua, ma dal terzo giorno ho mangiato esclusivamente cracker, riso bianco con limone, mele, banane (anche due al giorno), pane e fette biscottate, petto di pollo ai ferri (e uno yogurt che a quanto ho letto si è rivelata una scelta errata) e ho fatto abbastanza attenzione a consumare almeno un litro e mezzo/due di acqua naturale (il fatto che sia povera di sodio può incidere?) al dì.

Per concludere aggiungo che prima di questo episodio, per via di un forte dolore schiena/torace rivelatasi poi contrattura muscolare, sono andato al pronto soccorso il giorno 18 di questo mese, e mi hanno fatto anche un prelievo di sangue che non ha riscontrato anomalie, anche se prima del prelievo onestamente avevo mangiato, non so se possa incidere. La domanda è: posso ricominciare a prendere l'entact? O devo prima accertare i miei elettroliti? Grazie infinite

Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta

Certamente una "gastroenterite forte" può provocare uno squilibrio elettrolitico. Ma in concreto, nel suo caso, bisogna vedere quante scariche giornaliere ha avuto in quel periodo di diarrea, anche se, vi è da notare, lei ha cercato di prevenire o correggere tale eventuale squilibrio con l'apporto di acqua e di alimenti contenenti sali. Se la perdita di liquidi e sali non è stata eccessiva non dovrebbero perciò esserci problemi a riprendere l'entact, ma nel dubbio, che può costituire per lei un elemento ansiogeno, faccia la ricerca degli elettroliti, esame peraltro facile e veloce. Cari saluti

TAG: Gastroenterologia | Nutrizione
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!