Egregi Dottori,sono Mary, ho 38 anni e sono alla mia prima gravidanza (attualmente sono entrata al quinto mese). Soffro dall'adolescenza di tachicardia parossistica sopraventricolare (si suppone perché mai monitorata) a 180 bpm circa e che si origina sempre da un extrasistole e sempre con un extrasistole si conclude (la durata totale di tali... Leggi di più episodi varia dai 15 ai 40 minuti per circa due o tre episodi l'anno.Ora che aspetto un bambino mi sono accorta che il battito del mio cuore è sicuramente più ballerino del solito (specialmente in posizione supina e dopo i pasti), ho extrasistoli spesso anche se, fortunatamente, non si è ancora instaurata una vera e propria palpitazione. Vorrei sapere da Voi qual'è l'andamento di tale patologia in gravidanza, se tenderà ad un peggioramento con l'andare dei mesi e cosa posso fare per evitare o alleviare i disturbi (si possono prendere i farmaci?). Inoltre, nel caso in cui si verifichi il tanto temuto attacco di tachicardia parossistica a 180 bpm cosa mi consigliate di fare?Vi ringrazio anticipatamente per i consigli che vogliate darmi e Vi saluto cordialmente.Mary