L’ESPERTO RISPONDE

Studiare il problema prima della gravidanza

Egregi Dottori,sono Mary, ho 38 anni e sono alla mia prima gravidanza (attualmente sono entrata al quinto mese). Soffro dall'adolescenza di tachicardia parossistica sopraventricolare (si suppone perché mai monitorata) a 180 bpm circa e che si origina sempre da un extrasistole e sempre con un extrasistole si conclude (la durata totale di tali... Leggi di più episodi varia dai 15 ai 40 minuti per circa due o tre episodi l'anno.Ora che aspetto un bambino mi sono accorta che il battito del mio cuore è sicuramente più ballerino del solito (specialmente in posizione supina e dopo i pasti), ho extrasistoli spesso anche se, fortunatamente, non si è ancora instaurata una vera e propria palpitazione. Vorrei sapere da Voi qual'è l'andamento di tale patologia in gravidanza, se tenderà ad un peggioramento con l'andare dei mesi e cosa posso fare per evitare o alleviare i disturbi (si possono prendere i farmaci?). Inoltre, nel caso in cui si verifichi il tanto temuto attacco di tachicardia parossistica a 180 bpm cosa mi consigliate di fare?Vi ringrazio anticipatamente per i consigli che vogliate darmi e Vi saluto cordialmente.Mary

Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche

Sarebbe stato piu’ opportuno studiare questa tachicardia prima della gravidanza perche’ oggi sono disponibili delle tecniche che permettono di eliminare completamente l’aritmia senza la necessita’ di assumere piu’ farmaci. Attualmente al quinto mese di gravidanza puo’ succedere che il suo ritmo cardiaco diventi lievemente piu’ accelerato (80-90 fino a 100-110 bpm) con la presenza di extrasistoli che invece sono del tutto benigne. Non si puo’... Continua escludere che si presenti qualche episodio di TPSV a fc 180/min nel corso della gravidanza. Probabilmente sara’ sufficiente imparare alcune manovre come il massaggio del seno carotideo per interromperle, evitando i farmaci. Qualora si dimostrassero molto resistenti e frequenti bisognera’ considerare per forza in accordo con il ginecologo una terapia farmacologica.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
acido-folico-cos-e-e-a-cosa-serve--
Acido folico, cos’è e a cosa serve
1 minuto
Acido folico, cos’è e a cosa serve
Sei iperteso? Ecco i consigli da seguire a tavola
4 minuti
Sei iperteso? Ecco i consigli da seguire a tavola
Guardandosi allo specchio si può sapere se si è in buona salute
2 minuti
Alcol: Iss, solo lo 0,1% delle italiane beve troppo in gravidanza
2 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Napoli
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Cardiologia
Sanremo (IM)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Torino (TO)
Specialista in Medicina interna e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Roma (RM)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Roma (RM)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Aversa (CE)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Ipertensione
Prov. di Milano
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Benevento
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina dello sport