Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

03-10-2012

Successiva neovescica

Buon giorno, mio padre di 67 anni, lo scorso Aprile è stato operato di un tumore alla vescica ed è stato sottoposto ad intervento di cistectomia radicale+linfoadenectomia illiaco-otturale bilaterale+confezionamento di ureterocutanosteomia bilaterale a canne di fucile (infiltrazione peritoneale da parte della neoplasia). Sono stati inseriti tutori ureterali a mono J bilaterale, lungo a sinistra, tradizionale a destra. Sono però state salvate le 2 uretere. Attualmente ha effettuato alcuni cicli di chemio terapia ma solo a scopo conservativo, non sono presenti linfonodi attivi. Volevo chiederle se secondo lei è possibile pensare in un secondo momento ad un eventuale ricostruzione della vescica, per avere una migliore aspettativa di vita?Grazie resto in attesa di vostra risposta,Andrea
Risposta

Buongiorno.

Se c'era un'infiltrazione peritoneale, difficilmente è possibile riconfezionare una neovescica, poichè la neovescica è costituita da un'ansa intestinale.

Capisco la scomodità della stomia e dei tutori, ma deve anche sapere che non sempre la neovescica migliora la qualità di vita. La neovescica infatti non è una vera vescica, ma è intestino. Bisogna imparare ad usarla, spesso c'è incontinenza o al contrario ritenzione con la necessità di effettuare autocateterismi.

TAG: Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!