13-12-2016

TAC Encefalo, cosa fare?

Buongiorno, mio padre 75 enne, lievemente diabetico e iperteso (già in cura per entrambe le patologie) ha ricevuto il seguente riscontro post tac encefalo sc: "Diffusa ipodensità della sostanza bianca profonda in sede frontale e parietale, bilaterale da sofferenza del microcircolo. Calcificazioni in esiti ai nuclei della base. Sistema ventricolare in asse, normoconformato. Minima ectasia e tortuosità del sifone carotideo di ds e del tronco della basilare".
Abbiamo già fissato appuntamento da neurologo, ma chiedevo gentilmente un vostro consulto. Ringrazio

Risposta

Consiglio un approfondimento con RM cerebrale ed AngioRM vasi arteriosi cerebrali. Sarebbe opportuno effettuare anche un ecocolordoppler dei vasi epiaortici. Il Neurologo gli prescriverà certamente un antiaggregante da assumere tutti i giorni (aspirinetta 100 mg al pasto principale). Gentili saluti Prof. Milena De Marinis

TAG: Anziani | Malattie neurologiche | Neurologia