Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

02-11-2006

Terapia con Bevacizumab

Egregio Professore, ho effettuato l’intervento di epatectomia parziale per asportazione di secondarismi da K colon (chirurgia a marzo 2006). Ho praticato sei cicli di chemioterapia con CPT-11 + Xeloda terminati a metà agosto 2006. Gli esami PET e TAC total body effettuati a fine settembre sono negativi. Il mio oncologo di fiducia qualche mese fa mi ha prospettato l’opportunità di continuare con una terapia di mantenimento con Bevacizumab ma ora, dal momento che non c’è più nessuna lesione, ha ritenuto opportuno terminare qui la terapia. Secondo un suo collega di reparto, con cui si è confrontato, sarebbe preferibile invece proseguire con l’Avastin ma il mio oncologo ribadisce l’inutilità di tale proseguio data l’assenza totale di lesioni.
Vorrei un vostro parere in merito.
Nell’attesa porgo cordiali saluti
Paginemediche
Risposta di:
Paginemediche
Risposta
La realtà è che non ci sono dati pubblicati sull’utilizzo del Bevacizumab in fase precauzionale dopo l’asportazione delle metastasi epatiche; lei potrebbe essere già guarito; il farmaco in oggetto non è esente da effetti collaterali anche gravi.
TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!