05-07-2016

Terza colonscopia: è necessaria?

Gentilissimo dottore, in data 7 febbraio 2014 mi sono sottoposta alla colonscopia con la seguente diagnosi: Adenoma tubulo-villoso con displasia lieve moderata (polipo sessile di cm.1 e polipo sessile di cm. o,5 – polipo del cieco e polipo a cm. 40 dall’ano).
Il 19 dicembre dello stesso anno l’ho rifatto (scarsa toilette intestinale. Il viscere si presenta spastico, apparentemente esente da lesioni endoluminali macroscopicamente evidente. Nient’altro di patologico da segnalare nei tratti esplorati).
Ebbene, il gastroenterologo ritiene che entro la fine dell’anno dovrei ripeterla. Le chiedo, dottore, se è davvero necessario rifarla e, in caso positivo, se questa volta posso sottopormi alla colonscopia virtuale. Sono una donna, ho 69 anni e peso 57 kg. Grazie
Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta
È preferibile fare la colonscopia normale perché solo in quel modo si può fare contemporaneamente la biopsia e/o l'asportazione nel caso si trovino altri polipi, cosa possibile. Inoltre non si sottopone a radiazioni ionizzanti.
cari saluti
TAG: Colonproctologia | Gastroenterologia | Intestino