Terza dose di vaccino anti-Covid in gravidanza

Terza dose di vaccino anti-Covid in gravidanza

L'Istituto superiore di sanità consiglia di fare la terza dose di vaccino anche alle donne in gravidanza e che allattano.
In questo articolo:

Fare o non fare il vaccino anti Covid durante la gravidanza e/o l’allattamento?

Sulla questione, oggetto di dibattito nazionale ed internazionale, si è espresso di recente l’ISS – Istituto Superiore di Sanità – aggiornando le raccomandazioni sulla terza dose per questa categoria. Vediamo nel dettaglio cosa dicono.

Terza dose vaccino in gravidanza

Considerate le numerose e crescenti evidenze riguardo la sicurezza della vaccinazione in gravidanza, sia nei confronti del feto che della madre, e in accordo con le disposizioni in vigore, l’ISS raccomanda alle donne in gravidanza che si trovino nel secondo e terzo trimestre di vaccinarsi.

Il vaccino da somministrare come richiamo (booster) sarà quello a mRNA, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il ciclo primario, purché siano trascorsi almeno cinque mesi dal completamento dello stesso.

Le donne che invece si trovano nel primo trimestre di gravidanza dovranno valutare rischi e benefici insieme al proprio medico di fiducia in quanto, ad oggi, sono ancora poche le evidenze relative a vaccinazioni anti Covid eseguite in questa delicata fase della gestazione.

Quali donne sono a maggior rischio?

Le donne in gravidanza a cui è raccomandata la vaccinazione anti Covid perché a maggior rischio di sviluppare una malattia grave sono quelle che presentano:

  • età superiore ai 30 anni
  • BMI  più di 30
  • comorbidità
  • maggiore esposizione al contagio (come le professioniste sanitarie o caregiver).

La dose di richiamo (booster) potrà essere somministrata insieme alle vaccinazioni contro l’influenza e la pertosse, sempre raccomandate in gravidanza

Vaccino anti-Covid in allattamento

Anche alle donne che allattano l'ISS raccomanda una dose di vaccino a mRNA, come richiamo al precedente ciclo vaccinale (terminato da almeno 5 mesi), senza alcuna necessità di interrompere l'allattamento.

La vaccinazione non espone il neonato ad alcun rischio ma gli permetterà di assumere tramite il latte anticorpi contro il virus SARS-CoV-2.

Il neonato allattato da madre vaccinata seguirà poi senza alcuna modifica il suo calendario vaccinale.

Altre misure raccomandate

A tutte le donne in gravidanza e che allattano, indipendentemente dalla scelta se vaccinarsi o meno, viene raccomandato di osservare le seguenti misure di prevenzione:

  • igiene delle mani
  • uso della mascherina negli ambienti chiusi e in prossimità di altre persone non conviventi/non vaccinate
  • rispetto della distanza fisica di sicurezza
  • ventilazione degli ambienti.
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pescara (PE)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Cagliari (CA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina alternativa (agopuntura, omeopatia...) e Malattie infettive
Brescia (BS)
Specialista in Medicina generale e Malattie infettive
Messina (ME)
Specialista in Dietologia e Malattie infettive
Roccabernarda (KR)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pompei (NA)
Specialista in Malattie infettive
Salerno (SA)
Specialista in Medicina generale e Malattie infettive
Catania (CT)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia
Carrara (MS)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
San Benedetto del Tronto (AP)