Gentilissimo dottoreho 42 anni, sono affetta da anni da tiroidite di Hashimoto.sono reduce da 2 gravidanze (2010 e marzo 2012). Sia prima che durante le gravidanze ho assunto -come ovvio- Eutirox cambiandone opportunamente il dosaggio (prima: 2 gg 75 e 5 gg 50, durante: 2 gg 100 e 5 gg 75). Dopo la prima gravidanza non ho avuto alcun problema, dopo... Leggi di più quest'ultima invece i valori non si sono ancora ben normalizzati (tant'è che lo specialista mi ha consigliato di usare 3 gg la tiroxina da 75 e il resto della settimana quella da 50),ma niente di preoccupante tantoda volermi rivedere tra 2 anni...Subito dopo l'ultima gravidanza ho anche accusato dolori alle ginocchia e ai piedi. Le analisi hanno rivelato eccesso di paratormone (77 ng/L) ; e carenza di vitamina D (15.7 / nmol/L 39.2).Il medico di base non mi ha prescritto alcunchè poichè allattavo (e allatto) e perchè a suo dire le cose sarebbero rientrate.Da un mese e mezzo ho inziato ad accusare un fastidio al collo sul lato dx. Ho pensato a valori sballati della tiroide (lo sono assai minimamente ma rientrano e comunque lo specialista ha escluso che la mia condizione possa creare dolore; alla palpazione del collo poi non ha ravvisato nulla). Oppure ho pensato a un linfonodo "impegnato" da qualche infezione influenzale.Di mia iniziativa vado a farmi fare una ecografia tiroidea.Faccio presente che al momento dell'esame ero raffreddata.Gliene riporto l'esito.---> Non rilievi particolari per le ghiandole parotidi e le sottomandibolari. Tiroide in sede,un po' ingrandita con margini bozzuti (dimensioni del lobo di sin: asse longitudinale di 5,1 cm con spessore medio di 16 mm. Dimensioni del lobo di destra: asse longitudinale di 6 cm con spessore medio di 18 mm).L'ecostruttura della ghiandola è disomogenea, ipoecogena con sepimentazioni che delimitano delle pseudonodulazioni. Al color-doppler la ghiandola presenta diffusa accentuata vascolarizzazione.Dorsalmente al margine posteriore di entrambi i poli inferiori due piccole formazioni ipoecogene a contorni netti,una a destra, l'altra a sinistra, con maggior asse rispettivamente di 6 mm e di 4 mm compatibili con paratiroidi ipertrofiche. Lungo le catene ricorrenziali multipli linfonodi ingranditi, i più grandi con maggior asse di 12 mm. Linfonodi di aspetto reattivo anche in corrispondenza della catena giugulare profonda media e superiore d'ambo i lati,il più grande in sede giugulo-digastrica destra con maggior asse di 2,5 cm e spessore di 7mm)