07-09-2012

topamax?

salve, sono una ragazza di 30 anni e da 4 mesi a questa parte soffro di continui mal di testa associati a perdita dell'equilibrio. Ho fatto una serie di esami clinici e strumentali ( tac, rmn encefalo, angio rmn cranio, vsite orl, visite oculistiche etc...) per scongiurare una patologia in atto, ma sono risultati tutti negativi eccetto alcuni fattori per la coagulazione e l'omocisteina che sono risultati alterati.mi sono rivolta ad un neurologo per i miei continui mal di testa e questi mi ha prescritto il topamax 50 mg per 2 volte al giorno oltre a 4 gocce di laroxil per 2 volte al giorno.ogni mattina mi sveglio e assumo, nel corso della mia giornata:alle 8:00 (40 mg di antra, acido folido, 1 cp topamax 50);alle 13:00 (cardioaspirina, 4 gocce di laroxil);alle 18:00 (prisma);alle 20:00 (1 cp di topamax 50 mg e 4 gocce di laroxil).cosa voglio dirle?.....nonostante tutti questi farmaci che assumo mi sto rendendo conto che gli effetti collaterali che mi si stanno presentando sono maggiori dei benefici che sto ottenendo.I mal di testa continuano, o meglio continua il senso di pesantezza che parte dalle spalle ed arriva fin sopra gli occhi.cosa posso fare?...il mio neurologo non ne vuole sapere di sapere di sospendermi il topamax......definendo il mio mal di testa come "emicrania senza aura associata a vertigini".grazie.
Risposta

Bah, io la sua malattia la chiamerei "emicrania basilare". Poi non userei il Topamax. Poi non userei il Laroxil nè, soprattutto, il Prisma (mai pensato che serva a qualcosa). Però c'è un piccolo problema: io non sono il suo neurologo. Per quanto riguarda la condizione ematologico-coagulativa, se è consistente (non ho dati), va trattata specificamente.

Saluti

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia