Buongiorno scrivo per mio fratello, età 44 anni, ultimi esami eosinofili troppo alti, no allergie, eseguiti esami per una tosse solo notturna persistente, curata per ipotetico reflusso ma nessun miglioramento. Nel 2003 è stato operato di craniofaringioma in transcranica. In seguito all'intervento l'ipofisi cessa di funzionare provocandogli un totale arresto della secrezione ormonale (panipopituitarismo) e diabete insipido. Quindi è in cura sostitutiva ormonale completa da ormai 14 anni. Segue la terapia con Eutirox 125 mg Cortone acetato (2 mezze compresse al dì' ), un iniezione di sustanon (testosterone) ogni 15 giorni Minirin (vasopressina) per controllare il diabete insipido.Per i primi 10 anni gli hanno fatto fare la cura con il GH (ormone della crescita) che ha sospeso di sua volontà in quanto gli stava creando diversi problemi. Nell'estate del 2008 viene ricoverato all'ospedale Molinette a seguito di un malessere muscolare in associazione ad episodi di fame d'aria acuti; emerge una altissima concentrazione di enzimi muscolari (CPK) che fanno pensare ad una neuropatia muscolare. Dopo vari esami però viene dimesso senza avere una valida giustificazione al suo malessere attribuendo così ogni episodio al suo quadro clinico ormonale. Purtroppo ancora ad oggi ogni qualvolta gli capita uno sforzo muscolare anche molto blando, i muscoli (soprattutto i muscoli delle gambe) gli si irrigidiscono e deve fare i conti con una dispnea acuta che si protrae per almeno 2/3 ore successive allo sforzo. Mi scuso se mi sono dilungata ma avendo fatto attualmente una visita da uno pneumologo che non ha trovato nulla di anomalo, avendo fatto visita otorino che non ha trovato neanche lui nulla di anomalo, questa persistente tosse notturna secca da cosa potrebbe essere causata? A quale specialista sarebbe il caso di rivolgersi? Grazie mille in anticipo.