Logo Paginemediche
Tosse secca: sintomi, cause e rimedi

Tosse secca: sintomi, cause e rimedi

Causata da un’irritazione delle vie respiratorie, la tosse secca di per sé non è una malattia ma può essere molto fastidiosa. Ecco come curarla.
In questo articolo:

La tosse secca è un sintomo molto comune che si presenta in genere durante i cambi di stagione o accompagnata a influenza e malattie da raffreddamento. È particolarmente fastidiosa perché scatenata dall’infiammazione delle mucose della gola, irritate da patogeni esterni. Per questo è importante non minimizzare il problema ma piuttosto fare ricorso a rimedi che calmino e addolciscano i disturbi.

Cos’è la tosse secca e come si presenta

La tosse secca è un fisiologico meccanismo di difesa messo in atto dal nostro organismo, finalizzato a mantenere libere le alte vie respiratorie da virus, batteri o sostanze irritanti, per impedire che questi raggiungano i polmoni.

Questo tipo di tosse si presenta particolarmente stizzosa ed irritante. A differenza della tosse grassa, la tosse secca è improduttiva (non è caratterizzata da muchi catarrali), e risulta piuttosto fastidiosa per via della prepotenza con cui si manifesta.

A seconda, poi, delle cause scatenanti, la tosse secca può manifestarsi accompagnata da altri sintomi come:

  • dolore alla gola e al petto, talvolta anche con raucedine;
  • prurito al naso e/o alla gola (in presenza di allergie);
  • bruciore alla trachea, rossore, difficoltà a deglutire;
  • respiro sibilante e senso di oppressione toracica (in caso di asma);
  • febbre (patologie infettive).

Perché compare la tosse secca

All’origine della tosse secca possono esserci diverse ragioni; solitamente a scatenarla sono infezioni virali di naso e gola, oppure patologie infiammatorie ai bronchi, ma non solo. Tra le cause più comuni si evidenziano:

  • asma e allergie: l'esposizione ad allergeni può produrre sintomi come tosse secca persistente;
  • tracheite, laringite e faringite: sono patologie che provocano irritazione e infiammazione della gola;
  • aria secca: la permanenza in ambienti secchi può irritare le mucose orali;
  • sostanze irritanti: fumo, polvere, ambienti inquinati stimolano la tosse stizzosa;
  • reflusso gastroesofageo: è spesso causa di rossore alla gola, tosse secca e rigurgiti acidi;
  • stress: alcuni fattori psicologici possono favorire la comparsa di tosse secca, anche detta “tosse nervosa”.

I rimedi contro la tosse secca

Se la tosse secca si manifesta come un fastidio non particolarmente forte, è possibile ricorrere ad alcuni rimedi capaci di alleviare i sintomi in maniera naturale, come suffumigi e bevande sedative.

  • Suffumigi (o fumenti): respirare i vapori è la soluzione ideale per calmare la tosse secca. Basta scogliere nell’acqua bollente alcune sostanze naturali come bicarbonato, camomilla, eucalipto e inalare coprendosi con un asciugamano per non far disperdere il vapore;
  • Tisane, infusi e decotti: hanno un effetto calmante sulla tosse stizzosa; in particolare l’estratto del tiglio, malva, camomilla, liquirizia sono indicati per sfiammare e ammorbidire le mucose irritate, meglio ancora se diluite con un cucchiaino di miele dalle proprietà emollienti e addolcenti.

Quando invece la tosse è violenta, stizzosa e persistente, il medico può suggerire l’uso di farmaci sedativi e antitussivi, ossia capaci di ostacolare il riflesso tussigeno, disponibili in commercio sotto forma di sciroppi o pasticche.

Si consiglia di chiamare un medico quando la tosse secca è:

  • particolarmente violenta e insistente;
  • perdura oltre una settimana anche dopo l’influenza;
  • nel fumatore, cambia tonalità e caratteristiche;
  • insorge soprattutto nelle ore notturne.

Come prevenire la tosse secca

Gli accorgimenti per prevenire la tosse secca sono attenzioni di buon senso che consistono di:

  • evitare di esporre il nostro organismo a situazioni di contagio o che favoriscono l’irritazione delle vie respiratorie;
  • non fumare;
  • evitare sbalzi di temperatura;
  • umidificare bene gli ambienti domestici e lavorativi;
  • mantenere una buona idratazione bevendo molta acqua;
  • eseguire vaccinazione antinfluenzale e antibatterica.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Medicina generale e Malattie infettive
Messina (ME)
Specialista in Medicina generale e Malattie infettive
Catania (CT)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Dietologia e Medicina generale
Nocera Superiore (SA)
Specialista in Medicina generale e Pneumologia
Barletta (BT)
Specialista in Malattie infettive e Pneumologia
Caserta (CE)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Pneumologia e Malattie infettive
Roma (RM)
Specialista in Pneumologia e Medicina generale
Bari (BA)
Medico di Medicina generale
Prov. di Napoli
Contatta il migliore specialista nella tua città
Medico di Medicina generale
Prov. di Roma
Medico di Medicina generale
Prov. di Parma