23-04-2018

Transaminasi alte

Salve, sono uomo, 42 anni, 178cm, 93kg, ex fumatore da 3 anni e mezzo, piuttosto sedentario, con storia clinica senza particolari gravi patologie. Lo scorso 5 Marzo ho passato un pomeriggio in PS per una tachicardia parossistica sopraventricolare, risolta con adenosina 12mg. Sto ovviamente eseguendo tutti gli accertamenti consigliati e cambiando lo stile di vita: leggera ma costante attività fisica, controllo pressione (comunque normale), riduzione calorie, riduzione/eliminazione dei caffè.

Quello che mi stupisce è che gli esami del sangue fatti al PS evidenziano una alterazione delle transaminasi: GOT a 59 e GPT 137, ma nè il medico del PS, nè il mio medico curante, nè il cardiologo a cui mi sono rivolto, sembrano dare molto peso alla cosa. Mi rendo conto che non sono valori altissimi, ma vorrei capire da cosa può dipendere, considerando che gli altri valori erano normali. Bevo solo occasionalmente, anche se 36 ore prima circa avevo bevuto una birra da 33cl. Circa due settimane prima avevo avuto una tonsillite e presi antibiotico e paracetamolo per qualche giorno, ma non credo possa dipendere da quello. Da quello che capisco, nel mio caso, il marcato sovrappeso può essere una delle cause, anche se possono essere coinvolti molti altri fattori. Grazie in anticipo, saluti.

Risposta di:
Dr. Guglielmo Actis Dato
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Risposta

E transaminasi non sono necessariamente legate a problematiche di tipo cardiologico. Deve fare un’ecografia addominale per valutare che non ci siano problemi a livello del fegato o della colecisti

TAG: Addome | Adulti | Disturbi gastrointestinali | Ematologia | Esami | Fegato | HR - Tachicardia | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Radiodiagnostica