Uomo di 67 anni con qualche turba dispeptica (eruttazioni, peso epigastrico post prandiale) a inizio dicembre fa prelievo del sangue e compaiono trasaminasi alte (aspartato aminotransferasi 1012; alanina a. 1232; GGT 1952) e bilirubina a 2,69. Le analisi vengono ripetute varie volte e si evidenzia questo trend costante: incremento della bilirubina e diminuzione progressiva delle transaminasi (ultime analisi (aspartato am. 450; alanina am. 576; GGT 1338 e bilirubina 12.55. (indiretta 2,33; diretta 10,22 ).Nel frattempo, vengono eseguite in ordine: -subito prima di Natale, ECOGRAFIA: "la colecisti è normoconformata, moderatamente dilatata(diametro 3,17), priva di vegetazioni solide e di calcoli, ma con abbandonante fango biliare. Le vie biliari intra ed extraepatiche dilatate; la via biliare diametro di 13 mm). Pancreas regolare per dimensioni, morfologia ed ecostruttura, con dotto di Wirsung a decorso regolare e dilatato (circa 4 mm).- subito dopo Natale, TAC ADDOMINALE (senza e con contrasto): si rileva "sfumata alterazione parenchimale ipodensa di circa 22x13 mm alla testa del pancreas, suggestiva di evoluzione in senso patologico evolutivo. Tale alterazione condiziona retrodilatazione del dotto di Wirsung. Non alterazioni a carico del restante parenchima pancreatico. Si associa dilatazione del coledoco e delle vie biliari intraepatiche. La colecisti è distesa , con pareti sottili e contenente bile densa. Ectasico il dotto cistico". - subito dopo capodanno, ECOENDOSCOPIA con AGOASPIRATO: " a livello cefalico irregolarità diffusa del parenchima pancreatico con ectasia dei dotti dovuta ad alterazione nodulare ipoecogena di circa 2 cm con aree anecogene che detrmina retrodilatazione del dotto pancreatico principale, anche il coledoco è dilatato con all'interno sludge, colecisti distesa e dilatazione delle vie biliari.La lesione mostra margini molto sfumati senza chiara demarcazione col resto del parenchima che presenta segni di pancreatite cronica.La lesione appare sospetta per fenomeno eteroproduttivo".Si esegue FNB, il cui esito è "microframmenti di parenchima pancreatico, talore con stroma fibrotico, e focolai di infiltrato flogistico cronico. Reperto citologico negativo per neoplasia".- la scorsa settimana ECPRE con BIOPSIE e INSERIMENTO STENT BILIARE:esito citologico: Emazie, microfrustoli di parenchima pancreatico con sede di fibro-scelrosi, con sparso infiltrato linfocitario e residui duttali, con scomparsa/atrofia degli acini ghiandolari. Negativa la ricerca di cellule tumorali maligne.Reperto citomorfologico coerente con pancreatite cronica.Indagini immunoistochimiche:IgG, IgG4: -.Dopo l'inserimento dello stent per l'ittero ostruttivo sono state fatte le seguenti analisi: Ca 19.9 73; bilirubina a 3.67.Dinanzi a tale contrasto tra dato radiologico ed istologico non chiedo una risposta dirimente ma lumi su quale direzione poter intraprendere per andare oltre questo vicolo cieco (indagini ulteriori, piste diagnostiche.....).Grazie.