Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

03-09-2002

Ultimi ricorsi

Viste le tante polemiche destate dall’immissione in commercio della c.d. “pillola del giorno dopo”, gradirei che mi fosse indicato il riferimento legislativo che ha di recente dichiarato legittima la vendita del farmaco.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La problematica investe molti aspetti, da quelli giuridici a quelli morali, nonché aspetti scientifici. L’aspetto giuridico è senz’altro il più complesso. La norma, infatti, non chiarisce se l’inizio della gravidanza corrisponde con la fecondazione dell’ovulo, oppure con il suo annidamento nell’utero. Il Tar Lazio, però, con decisione del 2 luglio-12 ottobre 2001 n. 8465 ha dichiarato legittimo il farmaco perché individua il momento dell’inizio della vita non con l’ovulazione, ma con l’annidamento dell’ovulo nell’utero e quindi il far-maco rientrerebbe nella categoria dei farmaci contraccettivi, come farmaco d’emergenza. Tuttavia il Tar Lazio ha specificato che il farmaco doveva rispettare i criteri di corretta e completa informazione per il consumatore, così ha stabilito che la dicitura “ impedendo l’impianto” riportata sul foglio illustrativo risultava priva di oggetto, non precisando che l’effetto del farmaco incide sull’ovulo fecondato. Il collegio ha quindi dichiarato violato l’art. 9, comma 4, del d.lgs.n.178/91, poiché il foglio illustrativo doveva essere più completo in ordine alla chiarezza degli effetti del farmaco. Risulta, quindi, legittima la vendita del prodotto commercializzato dall’Azienda Farmaceutica citata in giudizio a condizione che siano chiariti gli effetti.
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!