07-09-2012

un pò di anatomia aiuta

Buon pomeriggio,sono una signora di 48 anni in menopausa, con una patologia di fondo (connettivite indifferenziata). Mi è stata riscontrata una severa osteoporosi con crollo vertebrale e fratture alla D4-D7. Ultimamente soffrendo di fascicolazioni, la fisiatra ha consigliato un consulto neurologico dal quale dopo una risonanza in toto è emerso che oltre al vecchio problema della D4-D7 ci sono "minute protrusioni discali posteromediane in C4-C5; C5-C6; C6-C7. In D7 e D8 è presente una evidente ernia discale posteriore mediana a sviluppo ascendente contenuta al di sotto del legamento longitudinale posteriore che impronta lo spazio liquorale premidollare anteriore. Piccole protrusioni discali posteriori mediane sono apprezzabili in L3-L4; L4-L5; L5-S1. Piccoli osteoangiomi domatici in D10 ed L1 ".Il medico di base dice che le ernie dorsali sono un evento piuttosto raro e che è necessario un consulto neurochirurgico, in quanto potrei avere bisogno di un intervento. La mia domanda è la seguente: avvertivo già problemi deambulatori. La stanchezza, debolezza e formicolìo riguarda sia gli arti superiori che inferiori, quindi il tutto va in riferimento alle ernie dorsali e non al problema reumatico? C'è sofferenza midollare a causa delle due ernie? Grazie per la cortese attenzione,Rosy
Risposta

Ceco di mettere le cose in ordine:

- se l' ernia dorsale (è una sola, cioè del disco intervetrebrale tra la settima e l'ottava vertebra. Se lei soffre di grave osteoporosi non è un fatto insolito che si sia sviluppata in quel tratto di colonna, che è infatti quella più soggetta a crolli e fratture) provoca una sofferenza del tratto corrispondente di midollo spinale i sintomi corrispondenti non possono che essere confinati agli arti inferiori.

- per valutare la presenza di un'eventuale sofferenza midollare dorsale è in genere sufficiente una buona visita neurologica, che potrebbe evidenziare segni di interessamento delle vie nervose corrispondenti; se ci sono dubbi, si può approfondire con i potenziali evocati motori e sensitivi.

- le "minute protrusioni discali" riscontrate nel tratto cervicale del rachide non hanno alcun rilievo neurologico.

- le fascicolazioni (sicuro che sono fascicolazioni?), la stanchezza e il formicolio ai quattro arti potrebbero essere una sintomatologia d'accompagnamento della connettivite. Se tuttavia si trattasse di vere fascicolazioni è necessario uno studio alettromiografico con ago concentrico.

Saluti

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia