Buongiorno, sono un ragazzo di 39 anni. Da diversi mesi, per non dire ormai un anno, soffro di un disturbo che si presenta con della secrezione, uguale al gel, giallatra a fine minzione. Diciamo che se aiuto la fuoriuscita del liquido, esce anche questo gel e alcune volte mi fa bruciare il condotto interno e anche la punta dove fuoriesce l'urina. Il disturbo va e viene e si manifesta nel pomeriggio / sera, mai di prima mattina.Questo influisce anche durante i rapporti sessuali perche' durante l'eiaculazione insieme allo sperma fuoriescono anche questi grumi giallastri e sono davvero parecchi, sembrano piccolo vermicelli di gel, alcune volte con dolore. Quando lo sperma diventa liquido, i grumi di gel rimangono come se non volessero sciogliersi. Solo dopo un ora sembrano sciogliersi. Se ho una ttivita' sessuale giornaliera sembra che il disturbo diminuisca oppure sembra che eiaculando piu' spesso riesco a pulire il condotto uretrale. In tutte le secrezioni sembra che non ci sia mai presenza di sangue. Ho eseguito un sacco di esami tra cui PSA, tampone uretrale, ecografia prostata, Test di Stamney, con massaggio prostatico e la ricerca di qualsiasi virus tra cui la clamidia e ecobatter, esame colturale di urina e sperma ma niente. Mi hanno visitato in tanti urologi e andrologi ma non riescono a capire che cosa possa essere. Tutti sono conviniti che non si tratti di una infiammazione batterica perche' con tutti gli esami colturali etc doveva venire fuori x forza qualcosa. Quindi si tratta solamente di una infiammazione al condotto uretrale secondo me oppure alla vescica che si ripercuote sull'uretra ma non si riesce a capire che cosa possa essere. Non so piu' cosa fare, cosa mi consigliate? Premetto che non bevo, non fumo e creco di fare una vita sana con un alimentazione equilibrata. Ho una partner fissa da 10 anni e una vita sessuale normale. Ho preso su consiglio di un andrologo anche il blu dimetilene ma niente e adesso sto facendo una cura a base di un integratore di nome Peanase che combatte la produzione eccessiva di istamina.Non so piu' come fare, ormai la cosa e'cronica. Che esami mi consigliate? Grazie di cuore , Gian