01-06-2018

Valori igg e igm varicella zooster

Una quindicina di giorni fa mi è comparso sullo sterno uno sfogo in un area di circa 4 cm, che all’inizio mi dava leggero prurito e poi più niente. Poiché non guariva sono andata dal dermatologo il quale mi ha dato una diagnosi, molto incerta, di herpes. D’altro canto ora lo sfogo sta molto meglio, in via di sparizione. Poiché ho una figlia che sta per partorire, ho voluto però fare un esame del sangue per essere sicura di non essere infettiva per il piccolino.

L’esame ha dato i seguenti risultati: igg>4000, igm 0,39. Pur avendo chiesto spiegazioni allanalista e al mio dottore, non sono sicura di potermi avvicinare al mio nipotino. Ho avuto la varicella, è vero, ma più di 50 anni fa! Che significano questi valori così alti di igg? E soprattutto, c’è rischio che sia ancora infettiva?

Risposta di:
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova Dottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Tricologia
Risposta

Le IgG rappresentano quasi una memoria immunologica vuol dire che è venuta a contatto con il virus varicella zoster, ha sviluppato una varicella o uno zoster. Le IgM normali ci dicono che non ha la malattia in atto. Cordiali saluti

TAG: Addome | Biochimica clinica | Dermatologia e venereologia | Ematologia | Esami | Infezioni | Malattie infettive | Microbiologia e virologia | Patologia clinica | Pelle | Valori normali | Virus