Alla mia ragazza è comparsa una verruca nell'ultima parte del tratto vaginale. La ginecologa le ha detto che probabilmente è hpv. Lei mi imputa di essere la causa della lesione.. e di essere stato infedele nell'utlimo periodo o nel lasso di tempo del lungo "corteggiamento". 1)com'è possibile che l’abbia infettata?.. come posso fare a convincerla che le voglio bene e che non la ho tradita?l'ultima relazione sessuale che ho avuto è con la mia ex e risale a 4-5anni fa... 2) la verruca é sintomo di infezione da Hpv? E se si, la verruca costituisce già una lesione patognomica di una infezione PERSISTENTE, foriera di una neoplasia futura? quindi il virus permarrà nel genoma cellulare per sempre e non verrà mai più debellato dal sistema immunitario? 3)essendo la verruca(lesione) nell'ultimo tratto della vagina come fa il futuro tumore a presentarsi a livello del collo dell'utero?, in altre parole come migra il virus al collo dell'utero?(Dato che la storia naturale più frequente del hpv è il tumore alla cervice uterina) 4)una donna con infezione virale da Hpv quando è contagiosa? Sempre? E per sempre? 5)tutte le verruche genitali (interne/esterne) sono riconducibili a Hpv? che esame clinico diagnostica l’infezione da Hpv (il pap-test, hpv-test, colposcopia)? in qualunque fase dell'infezione? Quale Conferma che le verruche siano riconducibili ad Hpv? 6) una verruca è una lesione precancerosa? Se no, i ceppi di Hpv che producono verruche sono gli stessi di quelli che produrranno neoplasia? 7) il virus può infettare l’ospite e poi non esprimersi? Quindi rimanere dormiente? e in questa fase non replicarsi? E come viene detettato in questa fase? E quanto può durare questa fase finestra? 8)verruche e condilomi a livello della mucosa genitale sono la stessa cosa? Faccio queste domande al posto della mia partner perché la ginecologa che la segue non le ha chiarito molti punti e le ha lasciato molta paura , perfino di affrontare il tema.